La Nuova Sardegna

Oristano

Natura

Il territorio di Oristano celebra la giornata mondiale delle zone umide


	Uccelli nelle zone umide dell'Oristanese
Uccelli nelle zone umide dell'Oristanese

Dal 2 febbraio, ricorrenza dell’istituzione della Convenzione di Ramsar, si svolge una serie di eventi promossi dalla Lipu nel capoluogo e in varie località della provincia

29 gennaio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Dal 2 febbraio 2023, per tutto il mese, si celebra la Giornata mondiale delle Zone Umide. Ambienti fondamentali per la biodiversità e per la nostra sopravvivenza designati come zone di importanza internazionale. In Sardegna sono nove e ben sei si trovano nell’Oristanese. In occasione della giornata ci saranno diversi eventi che coinvolgeranno scuole, associazioni e cittadini. Aree chiave per la biodiversità e, cosa meno nota, anche per la nostra sopravvivenza verranno celebrate nel giorno in cui, nel 1971, fu adottata la Convenzione di Ramsar, primo vero trattato intergovernativo con scopo globale riguardante la conservazione e la gestione degli ecosistemi naturali. Sottoscritta da più di 150 Paesi e con quasi 2mila zone umide individuate nel mondo, rappresenta al momento l'unico trattato internazionale moderno per la loro tutela.

In occasione della Giornata mondiale delle zone Umide 2023, la Lipu, in accordo con l’Istituto Tecnico Industriale Othoca di Oristano ha proposto una visita guidata al “Laboratorio Multimediale delle zone umide dell’oristanese”, ospitato all’interno dell’istituto. All’interno vi sono attrezzature multimediali, con vetrine, portali e piani di lavoro interattivi touch screen, tappeti ludico-didattici. L’allestimento è studiato per ricreare l’ambiente lagunare attraverso una sorta di passeggiata virtuale, utilizzando una metodologia informativa che coniuga la forza della visualizzazione e della lezione tradizionale con le opportunità del digitale e della multimedialità.

Nello stesso periodo si potrà visitare la mostra “Inquinamento marino da plastica e micro plastica” nel Centro Giovani di via Morosini a Oristano realizzata dal Ceas Aristanis che, oltre a una serie di pannelli, espone una raccolta di rifiuti plastici spiaggiati suddivisi per tipologia. Prima delle visite ci sarà una presentazione sulla Giornata internazionale delle zone umide contenente brevi informazioni sulla Convenzione di Ramsar, sulla tipologia delle zone umide, sui loro vantaggi per l’uomo e sulle buone pratiche da seguire.

Proseguendo nella importante attività di sensibilizzazione nello stesso mese di Febbraio il Gruppo Scuola Lipu effettuerà interventi in diverse scuole del territorio presentando una proiezione dal titolo “Le zone umide: ambienti da conoscere e da proteggere” destinata alla scuola primaria. Nel territorio di Terralba ci saranno due eventi. Il primo si svolgerà domenica 5 febbraio ed organizzato da Afni e Lipu. L’escursione, denominata “Tour delle lagune” in mountain bike si snoderà tra le zone umide di Terralba e Arborea. Il secondo evento si svolgerà domenica 12 febbraio con un’escursione naturalistica culturale alla scoperta dei siti storici e l’osservazione della fauna nelle zone umide di Marceddì. L’organizzazione è curata da AFNI, dall’Associazione culturale SELAS Terralba e dalla LIPU con il patrocinio del comune di Terralba.

In Primo Piano
Il caso

Siniscola, Giovanni Bomboi dopo gli spari al Consorzio: «Ero esasperato, sono pentito. Non volevo ferire nessuno»

di Sergio Secci
Le nostre iniziative