La Nuova Sardegna

Oristano

Ordinanza del sindaco

A Massama, Nuraxinieddu e Donigala vietato usare l’acqua del rubinetto per bere e cucinare

A Massama, Nuraxinieddu e Donigala vietato usare l’acqua del rubinetto per bere e cucinare

Nelle frazioni di Oristano riscontrati valori con conformi al consumo umano alimentare, l’acqua resta utilizzabile invece per la pulizia della persona e della casa

06 aprile 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Oristano Il sindaco di Oristano Massimiliano Sanna ha firmato un’ordinanza con la quale vieta l’utilizzo per scopi alimentari dell’acqua in distribuzione nella frazioni di Massama, Nuraxinieddu e Donigala. Il provvedimento si è reso necessario in seguito alle comunicazioni di Abbanoa e del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’Asl di Oristano che hanno riscontrato la non conformità dell’acqua destinata al consumo umano rispetto ai requisiti minimi stabiliti dalle norme per i valori di coliformi totali ed escherichia coli. Secondo la Asl, l’acqua è da considerarsi non idonea ad uso potabile ed alimentare (la bollitura non è sufficiente), mentre sono consentiti gli usi domestici e per l’igiene della persona. L’ordinanza stabilisce che l’ente gestore Abbanoa S.p.A. debba avere cura di garantire un adeguato servizio sostitutivo di fornitura di acqua potabile nel modo più efficace (autobotti e punti di prelievo agevolmente raggiungibili ed accessibili) nel territorio delle frazioni di Massama, Nuraxinieddu e Donigala, dandone ampia e contestuale informazione alla cittadinanza e al Comune di Oristano.

In Primo Piano
Incidente

Scontro fra un’auto e un furgone all’ingresso di Sant’Antioco: muore un 50enne di Carbonia, grave l’altro conducente

Le nostre iniziative