La Nuova Sardegna

Oristano

L’evento

Con le supermoto Tramatza è la capitale dei motori

di Paolo Camedda

	La presentazione della tappa del Mondiale di supermoto
La presentazione della tappa del Mondiale di supermoto

Sabato e domenica spettacolo con il Mondiale delle supermoto: si corre il Gran Premio della Sardegna

19 maggio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Tramatza Si accende il rombo dei motori al Sardinia Circuit WS08 di Tramatza. La pista oristanese ospiterà infatti per il secondo anno consecutivo questo fine settimana il Gran Premio della Sardegna, seconda tappa del Mondiale Fim Supermoto. Nella competizione motoristica riservata ai motard, il francese Thomas Chareyre sarà chiamato a difendere il primato nella classifica generale, dopo la bella affermazione avuta nella prima tappa del campionato iridato a Busca, in Piemonte, il 20 e 29 aprile scorsi. Alle sue spalle sgomiteranno per un ruolo da protagonisti il campione del Mondo in carica, il tedesco Marc Reiner Schmidt, anche vincitore della scorsa edizione del Gp della Sardegna, l’altro francese Steve Bonnal, l’italiano Elia Sammartin e il numero 72 Lukas Hollbacher, che nella scorsa edizione diede spettacolo sul tracciato oristanese.

L’austriaco, pilota ufficiale Ktm, affiancato dal team manager Franco Mollo, è stato l’ospite internazionale della conferenza stampa di presentazione dell'evento, che si è tenuta ieri mattina nella sala della biblioteca comunale di Tramatza in presenza del Ceo di Xiem ed organizzatore Danilo Boccadolce, del gestore del circuito Gianfranco Sulis, dell’assessore al Turismo della Regione Gianni Chessa, della sindaca di Tramatza Maria Sebastiana Moro e della sua collega di Bonarcado Annalisa Mele, del consigliere regionale Emanuele Cera e dell'assessora allo Sport del Comune di Oristano Rossana Fozzi.

«Sono felice di essere qui per il secondo anno consecutivo, in una pista bella e divertente che mi piace molto – ha affermato Hollbacher –. Sarò entusiasta di tornare in Sardegna anche l'anno prossimo. Per questo weekend speriamo bene per il meteo, perché è previsto maltempo. Cercherò di competere per la vittoria del Gran Premio».

Fra i piloti saranno presenti per la prima volta a Tramatza gli statunitensi e i brasiliani, assenti nella scorsa edizione. Il programma delle gare si svilupperà fra sabato 20 e domenica 21 e oltre al Mondiale nel Sardinia Circuit è prevista una una tappa dell’Europeo S4. Sabato mattina sono in programma le tre sessioni di prove libere, della durata di 20 minuti ciascuna, della classe S4 (alle 9.40, 11.20 e 14) e della S1Gp (alle 10.10, a mezzogiorno e alle 14.30), seguite dalla Superpole S1Gp e S1 Rookie (15.10). Il clou sarà alle 17 con la gara1 della S1Gp.

Domenica mattina si partirà con i warmup di S4, con inizio alle 9 e un quarto, e di S1Gp, alle 9.40. Sempre in mattinata si correrà gara1 della S4, alle 10.45. Dopo una sessione autografi, i piloti della S1Gp dispueranno la Fast Race a mezzogiorno. Nel pomeriggio domenicale il gran finale. Alle 14 ci sarà gara2 della S4, mentre alle 15 sarà la S1Gp ad esprimere i suoi verdetti con la Super Final. Per sabato è previsto l'ingresso dei tifosi, mentre domenica i prezzi dei biglietti saranno popolari: 15 euro per godersi tutto lo spettacolo con ingresso libero al paddock (ma gli Under 12 entrano gratis).

Oltre all'aspetto sportivo, com’è stato sottolineato in conferenza, la Supermoto porterà sul territorio notevole beneficio economico. «Si realizza una simbiosi fra sport e turismo – ha affermato Danilo Boccadolce – con circa tremila presenze generate dall’evento fra addetti ai lavori, meccanici e tifosi». In più la Supermoto è confermata a Tramatza fino al 2025: «Questo piccolo paese al centro della Sardegna merita l'investimento fatto dalla Regione con il bando triennale – ha dichiarato l'assessore regionale allo Sport, Gianni Chessa –, 60 milioni per 43 eventi sportivi mondiali. La Supermoto porta 32 piloti e una possibile audience di 30 milioni di spettatori, da 96 paesi in tutto il mondo, da tutti i continenti». Soddisfatta anche la sindaca di Tramatza, Maria Sebastiana Moro: «Siamo felici perché lo sport rappresenta un volano importante per tutto il territorio – ha detto –. Auspico per questo una rete di servizi, che comprenda anche il capoluogo di Oristano per favorire il turismo e la sua destagionalizzazione».

In Primo Piano
Tragedia nella notte

Investe un gregge, scende dall’auto e viene travolto da un’auto pirata: muore un 62enne

Le nostre iniziative