La Nuova Sardegna

Oristano

L’evento più atteso

Oristano pronta a celebrare la Sartiglia

di Piero Marongiu

	Il Garau praticamente vuoto per un Gran Galà come minimo da rivedere nella formula (foto fgp)
Il Garau praticamente vuoto per un Gran Galà come minimo da rivedere nella formula (foto fgp)

Si torna all’antico, niente tribune in via Mazzini

07 febbraio 2024
5 MINUTI DI LETTURA





Oristano L’edizione 2024 della Sartiglia torna al passato, a su connottu, e rinuncia alle tribune nella Via Mazzini, e all’incasso derivante dalla vendita dei biglietti, dove i cavalieri corrono le spericolate pariglie. Saranno però allestite due piattaforme, per la stampa, per i due gremi e per le persone con disabilità. Si tratta di un esperimento, è stato precisato, se dovessero verificarsi problemi il prossimo anno le tribune ci saranno. L’evento, in programma domenica 11 e martedì 13 febbraio, con intermezzo il 12 per la sartiglia dei più piccoli, è stato presentato ieri mattina dal sindaco Massimiliano Sanna. «I lavori nella piazza Manno, interdetta al pubblico – ha precisato Sanna – non recheranno problemi allo svolgimento della manifestazione. Sarà infatti predisposto un corridoio che consentirà l’accesso alla via Duomo della corte di Eleonora, dei Gremi, di Su Componidori e dei cavalieri, in totale sicurezza. Nessuna modifica invece è prevista per le modalità della corsa alla stella e per le pariglie». Le prescrizioni più stringenti riguardano la viabilità e la sicurezza, le cui indicazioni fornite dell’amministrazione dovranno essere rispettate. Per quanto riguarda la viabilità viene consigliato di parcheggiare le auto lontano dalle aree in cui si svolge la manifestazione. Questo per consentire il passaggio dei veicoli delle forze dell’ordine, delle ambulanze e dei mezzi destinati a eventuali emergenze. «La macchina che cura l’organizzazione della giostra è ben rodata – ha detto Sanna – tuttavia non dimentichiamo che è anche molto complessa e per muoversi al meglio richiede un lavoro lungo, da condurre in sinergia con le istituzioni e gli altri enti preposti. Un lavoro che, grazie alla collaborazione con i responsabili delle forze dell’ordine, la fondazione, i gremi e i cavalieri, è stato portato a termine nei tempi giusti». L’ingresso e l’uscita del pubblico dalla zona interessata alla corsa alla stella e alle pariglie avverrà esclusivamente da uno dei 14 portali dotati di telecamera, 5 per la corsa alla stella 9 per le pariglie. La capienza totale dell’area in cui si svolge la manifestazione è di 20.500 persone circa, poco più di 8.300 per la via Duomo poco oltre 12 mila per la via Mazzini. I punti di accesso e di fuga saranno presidiati da personale preposto allo scopo. Per garantire la sicurezza di tutti è stato predisposto un apparato imponente, costituito da circa 200 persone. Saranno presenti 10 ambulanze, due delle quali medicalizzate più un’altra dotata di doppia trazione, quindi in grado di muoversi sulla sabbia. Prevista la presenza di 5 medici veterinari e di due conduttori di automezzi dedicati a tale servizio. Nel parcheggio dell’Arst sarà allestito un posto medico avanzato con una tenda da campo attrezzata, dotata di 6 posti letto. Sarà allestito un centro di coordinamento delle attività con personale della Questura, della Prefettura, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Locale, della Asl e della Fondazione Oristano. Durante tutto l’arco di tempo in cui si svolgerà la manifestazione è vietata la vendita di bevande contenute in lattine, in bottiglie di vetro o di plastica con tappo; la vendita di bevande alcoliche invece sarà vietata dalle 23 alle 7 di mattina nelle giornate 11/12/13.

Giuseppe Vacca, Oberaiu maiore del Gremio dei contadini e Luigi Mugheddu, Majorale en cabo del Gremio dei falegnami, confidano in una Sartiglia che saprà regalare emozioni a quanti assisteranno di persona e/o attraverso le dirette televisive. I due Capi Corsa, Giovanni Utzeri per i contadini, con su segundu Andrea Zucca e Paolo Faedda terzu, e Fabrizio Manca per i falegnami, con Corrado Massidda segundu e Ignazio Lombardi terzu, sono pronti a guidare i 125 cavalieri mascherati che si cimenteranno, non tutti, nella discesa alla stella, cinque le amazzoni: Carmen Murru, Elisabetta Sechi, Ilaria Rosa, Sonia Cadeddu e Antonella Rosa.

I consigli Ci sarà la solita folla, quella delle grandi occasioni, e per questo gli organizzatori invitano i turisti, soprattutto, ad arrivare per tempo, per non creare ingorghi ai controlli per il conteggio elettronico del pubblico nei punti di accesso. Naturalmente è vietato portare oggetti metallici, lattine, bottiglie di vetro e di plastica con tappo. Altra raccomandazione: parcheggiare lontano dall'area centrale della città, delimitata dai blocchi stradali.

Gli orari. Sono chiaramente indicativi e potrebbero subire variazioni anche legate al meteo. Comunque questa è la previsione di massima degli orari della manifestazione. L'inizio della Corsa alla Stella è previsto tra le 13.30 e le 14. La fine è prevista tra le 15.45 e le 16.30. L'inizio della Corsa delle Pariglie è previsto tra le 16.15 e le 16.45. La fine è prevista per le 17.50 - 18.

Le vestizioni. Domenica, per la vestizione del Componidori di San Giovanni, Giovanni Utzeri, il Gremio dei Contadini ha confermato la tradizionale sede del Gremio in via Aristana. Martedì, per la vestizione del Componidori di San Giuseppe, Fabrizio Manca, il Gremio ha scelto la sede di Sa Domu e Crakeras in via Angioy. La Sartigliedda di lunedì si correrà in via Duomo tra le 14 e le 17. La vestizione di Su Componidoreddu Luca Piras, avverrà alle 13, come da tradizione in piazza Roma, sotto la Torre di San Cristoforo.

Il Villaggio Sartiglia apre le porte venerdì 9 febbraio (dalle 17.30 alle 23.30). Da sabato 10 a martedì 13 febbraio apertura tutti i giorni dalle 10 alle 23.30. Un'ampia area nel centro storico della città sarà dedicata all'offerta turistica e commerciale con un percorso caratterizzato da enogastronomia, livecooking, street food, maxi schermi, Info Point Sartiglia, intrattenimento per bambini a cura di Crai Land e di APS “C'era una volta il sogno”.

Elezioni regionali 2024
Verso le Regionali

Giorgia Meloni carica il popolo del centrodestra: «Basta reddito di cittadinanza, noi porteremo le infrastrutture»

Le nostre iniziative