La Nuova Sardegna

Oristano

Lavori pubblici

Bosa, per la variante del piano di assetto idrogeologico nuovo rinvio

di Alessandro Farina
Bosa veduta dal fiume Temo
Bosa veduta dal fiume Temo

Votato all’unanimità dal consiglio comunale, ma con diversi assenti

20 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Bosa Sulla presa d’atto del lavoro tecnico sul reticolo idrografico minore in area urbana, c’è ancora da attendere. All’unanimità nella riunione di consiglio comunale di ieri è passata infatti la proposta di un rinvio.

Ci sono da approfondire, alcuni aspetti, su questioni ritenute da tutti più che rilevanti. «Una volta chiusa la pratica della variante del Pai – così spiega il sindaco Piero Franco Casula – alla luce del nuovo studio, ed inviato il carteggio a Cagliari, solo dopo il varo del piano definitivo da parte dell’Autorità di Bacino, sarà possibile per i privati presentare osservazioni».

Tutti concordano sul fatto che dall’aula di piazza Carmine dovrà uscire una variante che rispecchi la situazione più vicina possibile alla realtà dei fatti a Bosa. La riunione era fissata per le 10.30, poi rinviata per impegni nella maggioranza alle 15.30. L’appello è partito alle 15.55 e subito è arrivata la richiesta di una sospensione per approfondimenti da parte della maggioranza. È il primo segnale che c’è da approfondire per riuscire a trovare convergenze e possibilmente l’unanimità su un argomento non divisivo ma che, al contrario, deve unire tutti.

In sostanza, dopo la lunga introduzione di Piero Franco Casula sullo stato dell’arte degli strumenti normativi regionali, che pesano dal 2006 sull’area urbana, c’è necessità di approfondire ulteriormente il carteggio e la relativa nuova perimetrazione delle aree già presentata il 16 febbraio. Un tecnico è stato incaricato di mettere a disposizione un elaborato rivisto e corretto, entro 24/36 ore, tenendo conto anche delle questioni emerse il 16 febbraio scorso in aula, e delle richieste pervenute dai cittadini.

«Elaborato che sarà poi comunque sempre migliorabile» la premessa della maggioranza, sposata dall’opposizione (presenti i consiglieri Naitana e Sanna, mentre gli altri consiglieri sono risultati assenti per malattia o impegni di lavoro, ndc). «Il documento – tiene a sottolineare il primo cittadino – non dovrà uscire dai cassetti dei consiglieri comunali e potrà essere visionato dal pubblico solo nella futura seduta in aula».

In Primo Piano
Elezioni comunali 

Ad Alghero prove in corso di campo larghissimo, ma i pentastellati frenano

Le nostre iniziative