La Nuova Sardegna

Oristano

Fondi nazionali e regionali

Oristano, buone notizie per il mercato civico

Nella foto di Francesco G.Pinna, ecco come si presenta il cantiere del mercato comunale
Nella foto di Francesco G.Pinna, ecco come si presenta il cantiere del mercato comunale

La Regione lo ha inserito tra le opere finanziabili con i Fondi Sviluppo e Coesione

04 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Oristano La buona notizia è che anche il completamento dei lavori per il mercato civico di via Mazzini è inserito nell’elenco dei progetti finanziabili dai Fondi per lo Sviluppo e la Coesione. La cattiva, o quantomeno la neutra, è che anche questo progetto andrà nuovamente valutato dal dipartimento Sviluppo e coesione, che fa capo al ministero per le politiche regionali guidato da Oristano La buona notizia è che anche il completamento dei lavori per il mercato civico di via Mazzini è inserito nell’elenco dei progetti finanziabili dai Fondi per lo Sviluppo e la Coesione. La cattiva, o quantomeno la neutra, è che anche questo progetto andrà nuovamente valutato dal dipartimento Sviluppo e coesione, che fa capo al ministero per le politiche regionali guidato da Raffaele Fitto. La sua promozione sarebbe scontata, anche perchè la Regione Sardegna ha inviato una lista di progetti che vanno a esaurire in pratica la somma a disposizione per l’isola, 2,3 miliardi, a cui la stessa Regione ha aggiunto altri cento milioni per arrivare al totale di 2,412 miliardi, che dovrebbero coprire tutti i progetti presentati. Molti di questi progetti fanno parte di quelli cassati dalla revisione del Pnrr, altri appartengono ad altri programmi. La loro ricollocazione finanziaria rischia di non agevolare il sud, in teoria più favorito dai fondi di Sviluppo e Coesione che rispetto al Pnrr, ma questo è tema regionale e nazionale. Quello che non cambia è la rapidità nella spesa, visto che anche questi programmi europei terminano nel 2027.

Per la Provincia i progetti che rientrano nella categoria di quelli finanziabili e ammissibili, sono diversi, ma il più importante è sicuramente quello che è legato al completamento del mercato civico di via Mazzini e che prevede 3,6 milioni di intervento. Ma non è l’unico.

Ve ne sono altri di seguito elencati. Si parte dai 350mila euro per la comunità alloggio Casa Luna di Abbasanta, per continuare con i 300mila euro che serviranno al dragaggio del canale artificiale di Is Benas e alla ricostruzione della peschiera Pontis. A seguire i 40 milioni di euro per la salvaguardia del bacino del Rio Mogoro e i 2,5 milioni per il “superamento delle problematiche idrauliche del canale coperto Rio Bonorchis”. Stesso intervento per 2 milioni per il rio Salamedu a Cuglieri, mentre solo 189mila euro per il rio Ponti Mannu.

Tre milioni serviranno per il ponte sulla provinciale 9 sul rio Mare Foghe a Zeddiani. Non mancano poi i soliti finanziamenti dedicati per importi limitati, come la messa in sicurezza del centro di aggregazione sociale e completamento con messa a norma dell'impianto di illuminazione pubblica di Pauli Arbarei, o la manutenzione straordinaria del parco San Lorenzo a Bauladu, ciascuno per 300mila euro o l’efficientamento energetico del complesso scolastico di via Grazia Deledda a Paulilatino per 1,7 milioni (che riceve anche altri 3 milioni per le ex casermette nuraghe Putzu Pili) o i 700mila euro per il completamento della corte interna a servizio della nuova sede della biblioteca comunale di Abbasanta.

O ancora la riqualificazione e rigenerazione urbana di Nughedu Santa Vittoria per 980mila euro. E per finire i 560 milioni per i cosiddetti interventi prioritari della trasversale sarda che dovrebbe rendere più agevole il transito della attuale strada che collega l’ovest con l’est dell’isola.

Da questo breve e parziale elenco emerge la semplice trasposizione di parte di progetti non più finanziabili con il Pnrr e dedicati ad una serie di opere pubbliche grandi e piccole.

Almeno per la provincia l’elenco si riduce a una serie, importante ma parziale, di opere pubbliche, da cui difficilmente potrà sorgere sviluppo e coesione.(gcen.)

In Primo Piano
Incidente

Cade da cavallo e sbatte la testa: grave 16enne di Senorbì

di Gian Carlo Bulla
Le nostre iniziative