La Nuova Sardegna

Oristano

Lavori pubblici

Bosa, cantiere aperto per la nuova sala della protezione civile

di Alessandro Farina

	Una delle sale della nuova area destinata alla Protezione civile
Una delle sale della nuova area destinata alla Protezione civile

05 marzo 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Bosa In tema di maltempo e allerte meteo non poteva mancare, nella città sulle sponde del Temo, soggetta a vincoli idrogeologici ed idraulici, il punto della situazione sui lavori in corso d’opera per la realizzazione di una moderna Sala Operativa di Protezione Civile.

A dare notizie sullo stato dell’arte di un cantiere aperto ad agosto 2023, l’assessore competente in questa materia, il vice sindaco Federico Ledda.

«I lavori procedono speditamente», afferma. A dare gambe economiche alla nuova e soprattutto moderna sala operativa un finanziamento di trecentocinquantamila euro assegnato dalla Regione «grazie ad un emendamento del consigliere regionale Alfonso Marras», sottolinea Ledda, a dicembre 2019.

La Protezione Civile regionale ha affidato a Bosa la funzione di capofila nel territorio e rispetto alla somma complessiva a disposizione oltre 250mila euro sono stati utilizzati per logistica, software e attrezzature mentre la somma restante prevede l’acquisto di nuovi automezzi da destinare alla Protezione Civile. Da agosto ad oggi i lavori procedono, nella palazzina a due passi dal plesso del palazzo comunale di via Garibaldi, quello sul lato nord. Chiuso il cantiere qui sorgeranno sala Radio, Operativa e sala Comando. E ci saranno ausili di comunicazione e informatici che permetteranno una operatività legata al superamento delle criticità, idrogeologiche o legate all’antincendio

In Primo Piano
L’intervista

L’assessore regionale Franco Cuccureddu: «Possiamo vivere di turismo e senza abbassare i prezzi, inutile puntare solo su presenze e grossi numeri»

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative