La Nuova Sardegna

Oristano

Sanità

Ad Ales e Terralba il Centro per i disturbi cognitivi e le demenze


	Immagine simbolo delle patologie legate ai disturbi cognitivi e alle demenze
Immagine simbolo delle patologie legate ai disturbi cognitivi e alle demenze

Si parte con l’apertura ogni quindici giorni. Giornate di esordio il 18 e il 19 marzo

08 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Si allarga la rete di cure per i disturbi cognitivi in tutto il territorio della Asl 5 di Oristano. Dal 18 e dal 19 marzo saranno attive le sedi territoriali del Centro per i Disturbi Cognitivi e le Demenze di Terralba e Ales. «Il servizio garantisce un supporto specialistico e la possibilità per i pazienti di essere curati il più vicino possibile alle loro abitazioni», ha detto Lorenzo Fiorin, responsabile del Centro per i Disturbi Cognitivi e le Demenze Hub di Ghilarza, «ringraziamo la disponibilità del direttore del distretto di Ales-Terralba, il dottor Andrea Floris, ma anche di tutti i colleghi e gli infermieri, da anni impegnati nel centro di Ghilarza e a quelli, che lavoreranno a Terralba e Ales».

Inizialmente l’attività dei due centri si svolgerà ogni quindici giorni e le sedute prevedranno due prime visite e dai quattro ai cinque controlli per ogni seduta, ha aggiunto il dottor Fiorin. Si spera che questa organizzazione possa essere modificata nei prossimi mesi e prevedere anche un’apertura settimanale delle due sedi in base alle richieste di visite. Sarà proprio il centro Hub di Ghilarza a svolgere un ruolo di coordinamento in questa fase.

«I pazienti interessati si devono rivolgere successivamente al centro di Ghilarza per prenotare le prime visite e quelli già seguiti a Ghilarza saranno progressivamente spostati nelle sedi più vicine al proprio domicilio, anche valutando le esigenze di ogni singolo assistito – ha precisato ancora – contiamo anche, nel più breve tempo possibile, di riprendere l’attività nella sede di Oristano con l’assunzione di un nuovo dirigente medico».

Il lutto

Tragedia sulla Alghero-Bosa, ecco chi erano Riccardo Delrio e Gianluca Valleriani

Le nostre iniziative