La Nuova Sardegna

Oristano

Il progetto

Tresnuraghes, proseguono i lavori per l’apertura dell’asilo nido comunale

di Alessandro Farina

	Le elementari di Tresnuraghes
Le elementari di Tresnuraghes

Possibile apertura in autunno

03 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Tresnuraghes Prosegue l’iter per dare avvio, possibilmente già dall’autunno, al servizio di asilo nido comunale e baby parking in uno dei plessi della struttura scolastica di via Cesare Battisti, dove opera già la scuola dell’infanzia.

Nei giorni scorsi il responsabile del procedimento ha firmato la determina che approva la lettera di invito all’appalto per la gestione qualificata del servizio. Un passo importante in aiuto alle famiglie ed uno dei tasselli del puzzle di opportunità per combattere lo spopolamento, il futuro asilo nido comunale. Che ha all’attivo, tra i passaggi formali, il via libera del consiglio comunale che ne stabilisce l’istituzione e la delibera di giunta, approvati ai primi di febbraio 2024, che detta gli indirizzi per la predisposizione degli atti amministrativi necessari.

Mentre i lavori per attrezzare gli ambienti da destinare ad asilo nido e baby parking sono in corso, l’altro obiettivo è individuare una impresa qualificata che gestisca nel concreto il servizio, per gli anni dal 2024 al 2029.

Attraverso una procedura negoziata che tenga conto del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa in base al miglior rapporto qualità prezzo, rispetto al contratto che fa capo ai servizi sociali e di ristorazione ospedaliera, assistenziale e scolastica. Tempi stretti, insomma, in linea con la volontà manifestata di voler aprire l’asilo nido comunale “Cocco e Drilli” già a partire dall’autunno.

La Planargia soffre da tempo i sintomi deleteri dell’emigrazione, dello spopolamento e della denatalità, in una terra sempre più povera di servizi. Ma vive anche le moderne difficoltà, in particolare per le giovani coppie, di dover gestire le necessità di un neonato con gli impegni di lavoro, ad esempio. Anche da qui parte l’idea di avviare il servizio di asilo nido, sfruttando gli spazi della scuola di via Cesare Battisti, che ospita la scuola dell’infanzia e presto l’asilo nido, mentre e in un altro ambiente sono presenti le classi delle scuole medie, frequentate anche dai ragazzi in arrivo dai centri del Montiferru Occidentale.

In Primo Piano
L’intervista

L’assessore regionale Franco Cuccureddu: «Possiamo vivere di turismo e senza abbassare i prezzi, inutile puntare solo su presenze e grossi numeri»

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative