La Nuova Sardegna

Oristano

L’intervento

Pochi loculi in cimitero a Ghilarza, il Comune corre ai ripari

di Maria Antonietta Cossu

	Uno scorcio del cimitero di Ghilarza
Uno scorcio del cimitero di Ghilarza

Lavori straordinari da ultimare entro pochi mesi per evitare un blocco delle sepolture

14 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Ghilarza Hanno sfondato quota 150 le manifestazioni d’interesse alla costruzione della nuova ala del cimitero comunale presentate da imprese edili sarde e del resto d’Italia. Dall’elenco dei candidati sono stati estratti a sorte dieci operatori, chiamati a formulare le offerte che determineranno l’assegnazione dell’appalto. Per l’opera saranno spesi 300mila euro, frutto di un finanziamento regionale e della compartecipazione del Comune nella misura di un terzo del totale. Con queste coperture sarà sistemata metà di un’area acquisita dal Comune nel 2009. L’intervento consisterà nella recinzione con muratura in calcestruzzo di una porzione di circa 5mila metri quadri, nella costruzione di un muro di sostegno e nella realizzazione di alcune piattaforme sulle quali saranno gradualmente installati 300 loculi. Nel progetto, inoltre, è prevista un’area riservata alle sepolture a terra. Secondo le previsioni, la struttura dovrebbe essere ultimata agli inizi dell’autunno.

«Abbiamo disponibilità di loculi solo per quattro o cinque mesi, per cui i lavori dovranno necessariamente concludersi molto prima della fine dell’ anno» ha commentato il sindaco Stefano Licheri, che oltre ai lavori di ampliamento considera prioritario anche il decoro del camposanto: «È un aspetto che abbiamo dovuto trascurare per carenza di personale. Due dei quattro operai in servizio non possono svolgere determinate mansioni, ma presto ovvieremo al problema inserendo in organico una nuova unità attraverso le liste di mobilità. Il lavoratore si dedicherà esclusivamente alla pulizia e al decoro del cimitero e di tutti gli spazi verdi urbani e le sarà affidata la spazzatrice che acquisteremo per provvedere alla pulizia delle strade».

La viabilità urbana è anche al centro di un’opera di ripristino da 300mila euro. La bitumatura sarà effettuata nelle strade interessate dagli scavi per la posa della fibra, e principalmente nelle vie De Gasperi, Einaudi, Alghero, Matteotti e corso Umberto. 

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative