La Nuova Sardegna

Oristano

Cultura

Pinacoteca di Oristano senza direzione da quasi quattro anni, interpellanza del centro sinistra

di Caterina Cossu

	Un allestimento alla pinacoteca Carlo Contini
Un allestimento alla pinacoteca Carlo Contini

Prima firmataria la consigliera Francesca Marchi (Oristano Più): «Tante dichiarazioni, ma ancora nessun fatto».

16 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Oristano Un ruolo vacante da quasi quattro anni e mai più riassegnato, pur esistendo la procedura dal 2023. La consigliera di minoranza Francesca Marchi, prima firmataria dell’interpellanza condivisa dagli altri sei esponenti del centro sinistra, riporta l’attenzione sulla mancata selezione pubblica per dare una direzione alla Pinacoteca comunale Carlo Contini, fiore all'occhiello della proposta museale cittadina. «Il ruolo risulta ormai vacante dal 31 dicembre 2019 e da allora la gestione artistica e scientifica della pinacoteca è stata curata in via provvisoria dalla Fondazione Oristano – scrive la consigliera di Oristano più e vice presidente della commissione Cultura –. Nonostante le numerose dichiarazioni riguardanti l’urgenza di individuare una nuova direzione della Pinacoteca, a oggi ancora nessuna procedura pubblica è stata avviata».

Quali siano i piani del sindaco Massimiliano Sanna in merito e dell’assessore con delega in materia, Luca Faedda, si richiede vengano illustrati in Consiglio. Ricorda infatti Francesca Marchi: «Nell’estate 2023 il Regolamento della Pinacoteca è stato preso in esame dalla seconda commissione consiliare permanente per metterne a punto una nuova versione che rendesse l’istituzione culturale più moderna e dotata di una gestione più efficace». E ne approfitta per lanciare una frecciata alla maggioranza: «Il 12 ottobre dello stesso anno fu il consiglio comunale di Oristano ad approvare all’unanimità il nuovo regolamento della Pinacoteca che, secondo le parole dell’assessore alla Cultura durante la discussione in aula, “consentirà di avviare procedure per la selezione del direttore della Pinacoteca e questo favorirà l’approvazione di una nuova programmazione per la sua valorizzazione”».

A oggi però, la situazione non è cambiata e resta inespressa «l’estrema importanza della figura del direttore della Pinacoteca, interprete della sua identità e della sua missione e responsabile dell’attuazione del progetto culturale e scientifico della stessa». Situazione che diventa ancora più urgente visto che «la Pinacoteca comunale di Oristano intitolata a Carlo Contini, è stata istituita nel 2012 e vanta un patrimonio costituito da una collezione permanente, dal Medioevo a tutto l’800, e di arte moderna e contemporanea che va dai primi del Novecento a oggi, costituendo un patrimonio culturale di grande valore per la nostra città».

Qualche settimana fa, nell’ambito di un altro articolo, intervistato dalla Nuova Sardegna, l’assessore Luca Faedda aveva comunque dato per imminente l’avvio della procedura per la selezione, operazione che ha comunque bisogno di tempi tecnici per essere espletata. Lo stesso assessore aveva affermato di aver preferito dare priorità al 

Centro internazionale per la ricerca sulle civiltà egee (CIRCE) che altrimenti avrebbe avuto l’attività del tutto bloccata: «Era il bando più urgente da portare a termine – aveva chiarito –, ma immediatamente dopo avvieremo le procedure per assegnare la direzione del museo Antiquarium Arborense e della Pinacoteca Carlo Contini. A fine estate avremo occupati tutti e tre i posti di direttore scientifico dei principali poli culturali gestiti da Comune e Fondazione Oristano».

In Primo Piano
Allarme

Emergenza siccità, la Baronia come il Texas: asciutti anche i pozzi

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative