La Nuova Sardegna

Oristano

Operazione antidroga

Aveva 885 grammi di marijuana, arrestato a Bosa un 48enne di Macomer

di Enrico Carta

	Una pattuglia dei carabinieri
Una pattuglia dei carabinieri

Fermato dai carabinieri che hanno perquisito la casa in cui stava alloggiando ha consegnato ai militari il bustone che conteneva lo stupefacente

08 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Bosa Prima la perquisizione in barca, senza esito, poi quella in una casa che aveva a disposizione. Ed è nel piccolo appartamento che i carabinieri nel Nucleo operativo radiomobile di Macomer, in servizio a Bosa ieri, lunedì 7 maggio, hanno trovato ciò che ipotizzavano. Dentro un bustone, che è stato lo stesso sospettato a consegnare, e poi all’interno di un’altra confezione, c’erano 885 grammi di marijuana già bella pronta per essere consumata. Antonio Falchi, carpentiere muratore di 48 anni di Macomer, non ha fornito spiegazioni sul perché avesse tutto quello stupefacente, ma a poco sarebbero servite per evitargli l’arresto in flagranza che infatti è avvenuto. Subito dopo i militari hanno perquisito anche la casa di Macomer in cui dimora con la madre, ma in quest’altra abitazione non sono state ritrovate altre quantità di droga.

Stamattina, mercoledì 8 maggio, è iniziato il processo per direttissima che proseguirà il 15 maggio, dopo la richiesta di termini a difesa avanzata dall’avvocato Serena Contini. Intanto la giudice Cristiana Argiolas ha convalidato l’arresto secondo quanto sollecitato dal pubblico ministero Armando Mammone e disposto la misura cautelare dell’obbligo di firma per l’indagato. Quest'ultimo, sottoposto a interrogatorio, ha preferito avvalersi della facoltà di non rispondere.

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative