La Nuova Sardegna

Oristano

Mezzo secolo dopo

La prima auto immatricolata a Oristano sarà rimessa a nuovo

di Michela Cuccu

	La vecchia Fiat 132 con la targa OR 000001
La vecchia Fiat 132 con la targa OR 000001

È una Fiat 132 e fu acquistata dalla Provincia appena istituita nell’agosto del 1974. Ora è in officina per essere pronta a tornare sulle strade come auto storica

15 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Di candele ne ha quattro e serviranno, almeno simbolicamente, a spegnere le cinquanta della Provincia. Sarà rimessa a nuovo, la Fiat 132 che da decenni è ferma in un garage dell’amministrazione. È un’auto storica almeno al quadrato, non solo perché ha ormai mezzo secolo, ma perché è anche simbolo della conquista dell’autonomia amministrativa del territorio. Targata OR 000001 è infatti il primo veicolo a esser stato immatricolato con la sigla della Provincia di Oristano. E siccome proprio quest’anno cade il cinquantesimo anniversario dell’istituzione dell’ente, il restauro della vettura è uno degli interventi programmati in vista delle celebrazioni che si svolgeranno il 28 agosto, data appunto del cinquantesimo compleanno della Provincia.

Chissà quanti ricordi potrà risvegliare tra coloro che hanno vissuto i giorni della nascita della quarta provincia sarda, vedere transitare per le vie del capoluogo quell’auto sulla quale hanno sicuramente viaggiato il primo presidente della Provincia, Tonino Franceschi, uomo di punta dell’allora Democrazia Cristiana, che fu anche consigliere regionale, scomparso nel 2001 a 73 anni. Non si sa se l’acquisto della berlina che all’epoca era ammiraglia della Fiat, sia stato tra i primi atti del nuovo ente, nato da tante battaglie e rivendicazioni del territorio, con il fondamentale sostegno dei parlamentari sardi di allora.

Chissà quanto interesse susciterà tra gli appassionati di auto storiche. Ora la vettura è nell’officina Zanella, punto di riferimento di tanti proprietari di auto d’epoca. La sua sistemazione, che prevede anche la sostituzione di alcune parti meccaniche, non avrà un costo altissimo: poco più di 3mila euro, iva compresa, come si legge nella determinazione della dirigente del settore Affari generali, Anna Paola Iacuzzi.

In Primo Piano
Sardegna

Sassari, Giuseppe Conte al mercato di piazzale Segni: "In Europa per opporci all'austerity e proteggere i lavoratori"

Emergenza

Baronia stritolata dalla siccità, vertice in Regione con Alessandra Todde

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative