La Nuova Sardegna

Oristano

In Aula

Lavori stradali a Silì, scatta l’interrogazione: “Pericolo per i pedoni”

Lavori stradali a Silì, scatta l’interrogazione: “Pericolo per i pedoni”

I consiglieri di Alternativa Sarda e Democratica, Progetto Sardegna Giuseppe Obinu, Maria Obinu, Umberto Marcoli chiedono a sindaco e Giunta come sia possibile camminare in mezzo alla strada per raggiungere un marciapiede di dimensioni irrisorie

10 luglio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Silì Da una parte il cantiere dei lavori in sicurezza, dall’altra le erbacce. In mezzo? La strada comunale dove transitano le auto, spesso ad alta velocità. I pedoni? La foto parla chiaro: il cartello - un foglio bianco con le indicazioni scritte col pennarello - invita a passare sul “Lato opposto” con tanto di punto esclamativo e l’indicazione che si potrà attraversare più avanti, sulle strisce, al semaforo.

In via Vandalino Casu, a Silì, i lavori procedono per riqualificare l’abitato. Dunque chi va a piedi dovrà passare dall’altra parte della strada. Così è partita l’interrogazione dei consiglieri di Alternativa Sarda e Democratica, Progetto Sardegna: Giuseppe Obinu, Maria Obinu, Umberto Marcoli: “Pedoni sul lato opposto”, col pericolo di essere travolti dalle vetture che percorrono quel tratto, spesso, ad alta velocità. Ecco perché i consiglieri chiedono a sindaco e Giunta “come possono gli abitanti di Silì camminare sul marciapiede a sinistra, come loro imposto dal cartello bianco con una scritta nera, se il marciapiede è, oltre che di dimensioni irrisorie, completamente invaso da erbe spontanee, e i passanti devono camminare in mezzo alla strada?”

In Primo Piano
Il caso

Riprendono le ricerche di Francesca Deidda: dopo il ritrovamento di accappatoio e byte dentale nella zona di San Vito in azione i sommozzatori

di Luciano Onnis
Le nostre iniziative