La Nuova Sardegna

IN COLLABORAZIONE CON
Coop

Barcolana54: le dipendenti Coop in mare per congedo paternità

Barcolana54: le dipendenti Coop in mare per congedo paternità

Barca di donne per allungare permesso a 3 mesi. Clapcich skipper

27 ottobre 2022
2 MINUTI DI LETTURA





Un team interamente al femminile di dieci dipendenti della Coop gareggerà domani alla regata Barcolana per promuovere la petizione che prevede l'allungamento obbligatorio del congedo di paternità a tre mesi. Oggi, nel corso di una conferenza stampa, è stato presentato l'equipaggio che sarà guidato da una skipper di fama internazionale, Francesca Clapcic. Con lei ci saranno a bordo altre tre campionesse e skipper professioniste: Sally Barkow, Claudia Zorzi e Cecilia Rossi.

Non solo dipendenti: in coperta ci sarà il vertice di Coop Italia, Maura Latini, amministratrice delegata. La scelta di mettere in campo una barca equipaggiata unicamente da donne, alcune delle quali mamme, vuole promuovere la sottoscrizione su change.org della petizione genitori#allapari per l'estensione del congedo, lanciata a marzo 2022 dall'associazione di attivismo civico Movimenta e sostenuta da Coop, anche nell'ambito della Barcolana: per tutta la durata della manifestazione può essere sottoscritta presso varie postazioni assistite distribuite in piazza Unità d'Italia, sul molo o al Villaggio Barcolana. L'obiettivo è raddoppiare le circa 50mila firme attuali entro fine anno. La sostenibilità, non solo ambientale, infatti, è il tema cardine della manifestazione velica, e la parità di genere è parte integrante della sostenibilità sociale.

Maura Latini, a.d. Coop, intervenuta alla conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa ha sottolineato che la "sostenibilità ha più anime, e la Barcolana è in grado di interpretarle tutte". Domani in gara per Coop ci sarà anche la Anywave Safilens di velisti professionisti guidati dallo skipper Alberto Leghissa, partner della campagna dell'azienda per la tutela degli ecosistemi marini. Latini si è soffermata sull'importanza dell'estensione del congedo obbligatorio di paternità a 3 mesi: "Si tratta di un diritto negato: i padri non possono stare con i propri figli all'inizio della loro vita. Ed è un fatto che impatta sulle donne, ne allunga il percorso di carriera e le porta ad avere una retribuzione più bassa".

Il vice-presidente della Coop, un'azienda in cui il 70% di dipendenti è costituita da donne, ha ricordato poi che portare avanti la campagna di sensibilizzazione in città è naturale per la catena di supermercati, in quanto nel capoluogo giuliano ci sono 40 mila soci, dunque più di un triestino su 5 a Trieste è socio della cooperativa e ne condivide i valori. Francesca Clapcich, skipper di origine triestina della Kind of Magic, la barca tutta al femminile di dipendenti Coop, ha sottolineato che quello portato avanti dall'azienda è un "messaggio importantissimo". "Io sono diventata mamma da poco, dunque il progetto 'genitori alla pari' mi tocca personalmente da vicino", ha spiegato Clapcich.

In Primo Piano
Il piano

L’estate sicura di Areus: ecco la mappa della nuova disponibilità dei mezzi di soccorso del 118 nell’isola

Le nostre iniziative