Alcoa chiude lo stabilimento di Portovesme, resteranno senza lavoro mille persone

Operai davanti alla sede di Alcoa a Portovesme

La decisione è stata assunta nell'ambito di un piano di riduzione delle capacità produttive che prevede la chiusura definitiva dell'impianto sardo e quella temporanea dei due siti di produzione spagnoli

CAGLIARI. Chiude l'Alcoa di Portovesme. La decisione è stata assunta oggi nell'ambito di un piano di riduzione delle capacità produttive che riguarda anche gli stabilimenti spagnoli. La multinazionale ha annunciato oggi l'intenzione di ridurre le capacità produttive o fermare le attività in tre impianti di produzione di alluminio primario in Europa. Ciò rientra - si legge in una nota - all'interno di un piano di ristrutturazione per ridurre la capacità totale di produzione di alluminio primario del 12%, ovvero di 531.000 tonnellate. Le attività negli stabilimenti di Portovesme, di La Coruna e Aviles in Spagna verranno ridotte o fermate: l'obiettivo è quello di completare il piano entro la prima metà del 2012. Questi stabilimenti sono tra i siti con i più alti costi nell'ambito del sistema Alcoa.

A Portovesme - prosegue la nota - Alcoa inizierà il processo di consultazione per chiudere permanentemente l'impianto. La Coruna e Aviles sono pianificate come fermate parziali e temporanee. Una posizione energetica non competitiva, combinata con costi delle materie prime crescenti e crollo dei prezzi dell'alluminio hanno condotto a dover pianificare le riduzioni delle capacità produttive o le fermate degli stabilimenti. Le riduzioni delle capacità produttive o le fermate degli stabilimenti corrispondono a 240.000 tonnellate (5% della capacità totale di produzione). La capacità di Portovesme è di 150.000 tonnellate, mentre La Coruna e Aviles sono di 87.000 e 93.000 tonnellate all'anno.

"Nello scenario economico odierno in rapida evoluzione globale, è tassativo dare velocemente risposte per mantenere la competitività", ha detto Chris Ayers, Alcoa Executive vice presidente e presidente di Alcoa Global Primary Products. "Questa decisione è stata presa dopo analisi approfondite di tutte le possibili alternative", ha detto Chris Ayers. "Siamo impegnati nel trovare soluzioni che minimizzino l'impatto sulle comunità locali e sui lavoratori".

Alcoa inizierà immediatamente le consultazioni con i rappresentanti sindacali e le istituzioni governative. Il numero di posti di lavoro coinvolti non sarà definito finché le consultazioni non saranno completate. Attualmente i dipendenti dei tre stabilimenti sono circa 1.500.

Le riduzioni delle capacità produttive e le fermate contribuiranno all'obiettivo a lungo termine di Alcoa di migliorare di 10 punti percentuali la sua posizione nella curva dei costi di produzione dell'alluminio a livello mondiale. Questa azione aumenterà anche la competitività di Alcoa nell'attuale condizione di volatilità dei prezzi del mercato dell'alluminio, diminuiti di oltre il 27% dal picco nel 2011.

Oltre alle chiusure e alle riduzioni, Alcoa accelererà fortemente il piano di azioni per ridurre il costo delle materie prime impiegate nel suo business dei prodotti primari e modificherà la capacità di tutto il suo sistema di raffinazione globale per rispondere alla domanda interna e alle condizioni dominanti di mercato.

Alcoa è leader mondiale nella produzione di alluminio primario e semilavorato e il più grande estrattore di bauxite e raffinatore di alumina. Oltre ad aver inventato la moderna industria dell'alluminio, la capacità d'innovazione di Alcoa è alla base delle principali conquiste nei mercati aerospaziali, automobilistico, imballaggio, edilizia e costruzioni, logistica, elettronica di consumo e industriale degli ultimi 120 anni. Tra i prodotti Alcoa ci sono laminati, estrusioni in lega dura e prodotti di fusione, oltre alle ruote Alcoa, i sistemi di fissaggio e i sistemi per l'architettura. Inoltre l'azienda si distingue per le competenze negli altri metalli leggeri come titanio e super leghe a base di nichel.

La sostenibilità è parte integrante dell'operatività di Alcoa, così come del design e dell'ingegneria dei prodotti che l'azienda offre al consumatore. Alcoa è membro del Dow Jones Sustainability Index da 10 anni e circa il 75% dell'alluminio prodotto dal 1888 è ancora in uso oggi. Alcoa conta circa 61.000 dipendenti in 31 paesi nel mondo.
WsStaticBoxes WsStaticBoxes