Violenza in centro, stupratore in manette

Giancarlo Porcu accusato di violenza carnale

Dopo l'aggressione la vittima denuncia l'episodio ai carabinieri e scatta l'arresto

 CAGLIARI. È stato arrestato dai carabinieri l'autore della violenza ai danni di una ragazza cagliaritana, picchiata e violentata in un vicolo di via XX settembre. Si tratta di Giancarlo Porcu, 38 anni, cagliaritano, già noto alle forze dell'ordine per una serie di episodi analoghi.  Ad incastrare Giancarlo Porcu è stato un bigliettino lasciato alla vittima dopo la violenza, dove era stato scritto un numero di telefono e una frase, chiamami quando vuoi. I militari sono andati a colpo sicuro e la scorsa notte si sono presentati a casa dell'aggressore, notificandogli un provvedimento di arresto firmato dal sostituto procuratore Maria Vittoria Boi. Pare che il giovane, che abita a Sant'Elia, si sia difeso disperatamente, chiarendo che il rapporto con la donna era consenziente. Una giustificazione che non ha convinto per nulla il magistrato, che ne ha disposto il fermo e l'accompagnamemto a Buoncammino. Giancarlo Porcu ha dei precedenti specifici: una condanna per lo stupro di una ragazza in piazza Matteotti e un arresto per un episodio analogo accaduto in via Angioy. Per questo il magistrato aveva disposto il regime di sorveglianza.  Secondo il rapporto inviato dai carabinieri al magistrato, la ragazza vittima della violenza aveva trascorso la notte in una discoteca di Pula, dove aveva litigato con il fidanzato. Di qui la decisione di chiamare la madre e rientrare a casa in auto. Sono quasi le 4 del mattino, la ragazza litiga anche con la madre e viene lasciata nella zona di via Roma: «Rientra a casa da sola». A questo punto la ragazza si sarebbe diretta verso piazza Deffenu e un uomo si mette subito dietro a lei. È Giancarlo Porcu, che alla fine l'avvicina in via XX settembre. Un paio di pugni e la ragazza cade a terra tramortita. Poi la violena in un vicolo della zona. L'aggressore poco dopo se ne va e lascia alla vittima un biglietto con il numero di telefono. Dopo aver superato qualche momento di sconforto, la ragazza si reca alla caserma dei carabinieri di Villanova e presenta una dettagliata denuncia. I militari risalgono rapidamente a Giancarlo Porcu e lo arrestano per violenza sessuale.
WsStaticBoxes WsStaticBoxes