La Nuova Sardegna

Grecia, trionfo di Tsipras

Grecia, trionfo di Tsipras

Il partito di sinistra Syriza al 26%, tre punti in più del Pasok

26 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ATENE. Il partito di sinistra radicale greco Syriza di Alexis Tsipras ha vinto le elezioni europee con oltre il 26% dei voti superando di più di tre punti percentuali Nea Dimokratia del premier Antonis Samaras che governa in coalizione con il socialista Pasok del vice premier Evangelos Venizelos. E, a sorpresa, si è registrato pure un incremento dell’elettorato del partito filo-nazista Chrisy Avgì (Alba Dorata) nonostante le recenti vicissitudini giudiziarie che hanno portato in carcere una decina dei suoi 18 deputati con l’accusa di costituzione di banda criminale. Con lo scrutinio delle schede non ancora ultimato, Panos Skourletis, portavoce di Syriza, ha detto stasera all’agenzia Ana-Mpa che «se i risultati noti sinora verranno confermati, si tratterà di un risultato di portata storica che accelererà gli sviluppi politici nel Paese. Per la prima volta Syriza, un partito di sinistra, diventa il primo partito della Grecia». Ma, come ha tenuto subito a precisare alla stazione Tv Ant-1 il portavoce del governo, Simos Kedikoglou, «dalle urne non è uscita la domanda di cambiamento che Syriza desiderava» ed escludendo così implicitamente che si possa fare ricorso alle elezioni anticipate. «Non esiste nessun motivo per non esaurire l’attuale legislatura», ha concluso. Da parte sua, il primo ministro Samaras, parlando con giornalisti, si è limitato ad affermare laconicamente: «Prendiamo atto del risultato e del messaggio popolare che esso rappresenta. Il governo provvederà ad accelerare le riforme».

In Primo Piano
Il soccorso

Giovane amazzone cade da cavallo alla processione di Beata Maria Gabriella a Nuoro: è grave

Le nostre iniziative