La Nuova Sardegna

L’abbraccio con Ganau: «Grande vittoria»

Pioggia di complimenti per il neo-sindaco. Pigliaru: «Ora lavoriamo insieme per il bene di Sassari»

27 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Lo stringe forte, fra gli applausi che scrosciano nella strapiena piazza Nazario Sauro. Quasi a palesare una pace ritrovata lungo il cammino di una campagna elettorale massacrante. E poi gli augura di «iniziare un ciclo lungo dieci anni, di opere, importanti. Partendo con una situazione migliore da quella che avevo io. Visto che ora c’è una Regione che è pronta a riconoscere il ruolo che Sassari merita». È un abbraccio che suggella la vittoria quello di Gianfranco ganau a Nicola Sanna. «E che conferma una leadership del centrosinistra che a Sassari non è mai stata messa in discussione, anzi che è andata in crescendo. Perché, nonostante quello che si è provato a dire in questi anni e soprattutto in questa campagna elettorale, è evidente che i sassaresi apprezzano il lavoro che è stato fatto, pur nelle difficoltà. Il risultato è clamoroso, indiscutibile, bellissimo».

«Auguri a Nicola Sanna per la splendida vittoria. Ora possiamo lavorare insieme per il bene di Sassari», posta sul suo profilo facebook il governatore Francesco Pigliaru, che venerdì era in piazza d’Italia per la chiusura della campagna del nuovo sindaco di Sassari.

In piazza Sauro invece c’è da prestissimo il raggiante consigliere regionale Luigi Lotto, vicinissimo a Nicola Sanna e suo “referente in Regione”: «La vittoria è la conferma di un Pd che a Sassari si sa rinnovare riconoscendo i valori del passato ma consapevoli che servono forze nuove, Sanna è l’incarnazione evidente di questo».

«Inizia – sottolinea l’ex sottosegretario Bruno Dettori, decisivo con il suo appoggio al secondo turno delle primarie – il progetto di futuro di questa città. Che sta nelle corde di chi è stato protagonista di una scelta coraggiosa e doverosa. Un progetto che va oltre Sassari, in cui Sassari torna a essere protagonista. Ora è il momento della responsabilità. E noi siamo pronti».

«È una bellissima sensazione – spiega l’ex assessore e sfidante di Sanna al primo turno delle primarie Monica Spanedda – e la conferma che le primarie sono un indispensabile strumento di partecipazione, che poi al momento del voto diventa consenso reale. Chi partecipa al processo fin dall’inizio finisce per rimanerne coinvolto, diventarne parte. Non si tratta solo di esprimere un voto ma di sentirsi coinvolti in qualcosa di più grande. Come quello che sta succedendo oggi».

Tra le telefonate di congratulazioni ricevute dal neo sindaco, il collega di Rimini, Andrea Ganassi, nonché presidente dell'associazione Città strategiche, come Torino, Venezia, Bari, Pescara Cuneo, Catania, e di cui anche Sassari fa parte partecipando al comitato direttivo nazionale. (g.bua)

In Primo Piano
La polemica

Pro vita e aborto, nell’isola è allarme per le nuove norme

di Andrea Sin
Le nostre iniziative