La Nuova Sardegna

edilizia

Cigs, tre milioni di ore in un anno

Solo in aprile sono state 233mila quelle concesse in deroga

29 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. In Sardegna sono un milione e mezzo le ore di cassa integrazione in deroga autorizzate negli ultimi quattro mesi nell'artigianato, di cui solo 233mila in aprile. In edilizia, nell'anno appena concluso, le ore autorizzate sono state oltre tre milioni. Sono i dati da cui si è partiti nel seminario «Tutela dell'occupazione nelle crisi d'impresa», organizzato a Cagliari da Confartigianato Imprese Sardegna, Ugl e Cassa Artigiana dell'Edilizia. Imprese, esperti, consulenti e sindacati si sono confrontati sulla normativa attuabile in caso di esuberi di personale, temporanei o strutturali. «Tutti si devono ricordare che il lavoro lo creano le imprese che stanno facendo la loro parte in questa crisi - ha sottolineato il presidente di Confartigianato Imprese Sardegna, Luca Murgianu - gli ammortizzatori sociali sono assolutamente importanti e necessari, a patto che vengano utilizzati con responsabilità: il loro uso illecito, infatti, è spesso causa del lavoro nero». Le imprese di costruzioni in Sardegna al 31 dicembre scorso erano 19.289 di cui 11.731 artigiane (il 60,8%). A Cagliari 7.004 (3.766 artigiane, 53,8%), a Nuoro 3.231 (2.425 artigiane, 75,5%), a Oristano 1.419 (1.105 artigiane, 77,9%), a Sassari 7.662 (4.435 artigiane, 57,9%). Mentre gli occupati edili erano 47.559 di cui 30.803 dipendenti e 16.757 indipendenti. Il calo fra il 2008 e il 2013 è stato di 10.545 unità (-18,1%).

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative