Ruba 10 chili di ciottoli alle Saline di Stintino, turista denunciato

L’uomo, di origine iraniana, è stato sorpreso dagli uomini del corpo forestale: rischia una multa fino a 9mila euro

SASSARI. A cosa gli servissero dieci chili di ciottoli e sabbia, questo resta un mistero. Di sicuro però quella fettina di arenile e quei granelli un turista iraniano li pagherà a peso d’oro. Perché portarsi via un pezzo di spiaggia è considerato alla stregua di un furto aggravato e comporta perciò pesanti sanzioni. In questo caso si parla di una multa che oscilla dai 1549 euro ai 9296 euro.

L’episodio è successo martedì scorso nella spiaggia delle Saline di Stintino. All’ora di pranzo, verso le 13, un turista di origine iraniania ma residente da tempo a Udine, si era lasciato alle spalle il mare e stava per salire a bordo a della sua auto. Aveva appena aperto il cofano per infilarci un pesante bustone. È in quel momento che sono intervenuti gli agenti del Corpo Forestale di Porto Torres. Hanno verificato il contenuto dell’involucro di cellophane e si sono accorti che all’interno c’erano centinaia di ciottoli e un po’ di sabbia. Al turista è stata immediatamente contestata l'infrazione, e sequestrato tutto il materiale asportato. L’uomo è stato denunciato all'autorità giudiziaria e dovrà rispondere di furto aggravato.

Purtroppo fatti di questo genere sono piuttosto frequenti. Accade non solo per inciviltà, ma anche per pura e semplice ignoranza da parte della gente. Spesso chi si porta a casa un secchio di sabbia non sa neanche di infrangere la legge e non ha idea delle possibili conseguenze. E non sa nemmeno di danneggiare un ecosistema già fragile, che ha già sufficienti nemici con cui vedersela e non dovrebbe combattere anche con la stupidità delle persone. (lu.so.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes