La Nuova Sardegna

“Culture festival”, tra classica e jazz In arrivo la star Beka Gochiashvili

di Sabrina Zedda
“Culture festival”, tra classica e jazz In arrivo la star Beka Gochiashvili

CAGLIARI. Tra gli ospiti più attesi c’è il georgiano Beka Gochiashvili, che a soli 18 anni è già stato collaboratore di Chick Corea e da molti è stato definito il nuovo Miles Davis del pianoforte. Da...

28 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Tra gli ospiti più attesi c’è il georgiano Beka Gochiashvili, che a soli 18 anni è già stato collaboratore di Chick Corea e da molti è stato definito il nuovo Miles Davis del pianoforte. Da oggi, sino al 20 dicembre, torna il “Culture Festival”: musica, teatro, fotografia, pittura, scultura ma anche convegni, per promuovere la Sardegna e mettere in luce la sua storia ancestrale, i sui talenti, i suoi paesaggi mozzafiato.

Giunta alla settima edizione, la manifestazione ideata e diretta dal musicista e direttore d’orchestra Simone Pittau, (violinista nell’orchestra del Premio Oscar Ennio Morricone) si snoderà tra diversi centri dell’isola: dal Castello “Eleonora d’Arborea” di Sanluri, sede ufficiale del festival, al Tempio di Antas, a Fluminimaggiore, sino alla Casa Aymerich di Laconi e al nuraghe Santu Antine di Torralba.

Con un’incursione a Londra, per la seconda volta inserita tra i luoghi della rassegna. «Anche stavolta, per via dell’incertezza dei fondi, organizzare il festival non è stato facile- dice Simone Pittau- Ma abbiamo voluto farlo lo stesso, sia per non perdere una continuità costruita anno dopo anno, sia per non rinunciare ai tanti talenti che per l’occasione verranno in Sardegna».

Dalla musica classica al jazz, da quella camerale sino a quella tradizionale dell’isola, i musicisti ospiti sono tutti pezzi da novanta. E molti arrivano da un’istituzione di prestigio come la London Simphony orchestra. Come da tradizione, tra i momenti clou della rassegna ci saranno i concerti dei partecipanti alle Masterclass tenute a Santu Lussurgiu da docenti di caratura internazionale per allievi provenienti da tutto il mondo.

Proprio a Santu Lussurgiu il 2 luglio è in programma un concerto di Anton Barakhovsk (violino), Alexander Zemtsov (viola), dell’Orchestra da camera della Sardegna e di allievi e studenti della masterclass, diretti da Simone Pittau. Tra gli altri appuntamenti da segnalare ci sono il concerto (il 14 agosto nel Tempio di Antas) del trio che arriva dagli Usa, formato da Beka Gochishavili, dal batterista Russell Hall e dal contrabbassista Douglas Marriner. Ancora: il 30 agosto, a Fluminimaggiore, da Londra arriva la band di soul jazz capeggiata Louise Marshall. La manifestazione, che si fregia della Presidenza onoraria di Ennio Morricone, propone anche, dal 17 al 19 ottobre a Serramanna, un convegno internazionale sulla Terra Cruda, organizzato dall'architetto Alceo Vado. Il 19 settembre, invece, ad Ales si ricorda la figura di Antonio Gramsci in un evento realizzato in collaborazione con l’associazione Casa natale Antonio Gramsci. «Il festival si conferma un riferimento importante perché costruisce presidi culturali in quelle aree», dice l’assessore regionale alla Cultura, Claudia Firino. Info su: culturefestival.eu.

Elezioni regionali 2024

Video

Elezioni regionali, ecco i volti di tutti i consiglieri eletti in Sardegna

Le nostre iniziative