La Nuova Sardegna

arbatax

Turisti disperati: «Traditi dall’isola, non ci torneremo»

di Lamberto Cugudda
Turisti disperati: «Traditi dall’isola, non ci torneremo»

ARBATAX. Anche ieri mattina, di fronte all’ufficio della GoinSardinia, che si trova al piano terra della palazzina della Compagnia portuale Arbatax, si sono radunati turisti che non sapevano se la...

30 agosto 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ARBATAX. Anche ieri mattina, di fronte all’ufficio della GoinSardinia, che si trova al piano terra della palazzina della Compagnia portuale Arbatax, si sono radunati turisti che non sapevano se la nave da Olbia per Livorno sarebbe partita. E soprattutto come fare per riuscire a lasciare l’isola qualora fosse stato confermato uno stop ai collegamenti. Una situazione che ha creato disagio e sconforto in migliaia di passeggeri.

L’ufficio era chiuso già dall mattinata di giovedì. Ed era stato affisso un cartello con il quale si invitavano i passeggeri in possesso di biglietto con GoinSardinia, a rivolgersi alle biglietterie delle altre compagnie di navigazione

Giovedì mattina, per verificare la situazione, di fronte all’ufficio GoinSardinia erano comparsi anche i carabinieri della stazione di Tortolì, che hanno raccolto qualche lamentela di vacanzieri esasperati.

Molti turisti hanno minacciato di rivolgersi alla magistratura e annunciato procedimenti anche in sede civile per chiedere risarcimenti alla compagnia per i danni e i gravi disagi subiti.

Fra l’altro, ieri mattina c’è stato anche una coppia che avrebbe giurato che non metterà mai più piede nell’isola proprio in seguito a questi forti disagi. Tanti turisti si sono sentiti in trappola non riuscendo a rientrare nella penisola e hanno minacciato di che non faranno mai più ritorno in Sardegna.

Dalla vicina agenzia Tirrenia, sempre ad Arbatax, fanno sapere che sono stati tanti i passeggeri in possesso di biglietto GoinSardinia, che hanno chiesto di averne uno con la Tirrenia. E questo già a partire dalla mattinata di mercoledì. Quando la situazione ha iniziato a precipitare in tanti hanno provato a correre ai ripari e ad assicurarsi un posto sui traghetti delle altre compagnie.

Ma per le partenze da Arbatax – la domenica e il mercoledì alle 24, mentre per Genova il sabato e il martedì alle 14 – oramai vi è disponibilità solo per passaggi ponte o poltrona. E chi ha dei bambini piccoli non si accontenta di tale sistemazione e punta su altre compagnie.

In Primo Piano
Verso il voto

Gianfranco Ganau: sosterrò la candidatura di Giuseppe Mascia a sindaco di Sassari

Le nostre iniziative