La Nuova Sardegna

migranti

La Flai-Cgil a Ganau: «Una legge contro lo sfruttamento»

CAGLIARI. Una proposta di legge condivisa per evitare lo sfruttamento dei migranti nelle campagne dell’isola è stata sollecitata dalla Flai Cgil in un incontro in consiglio regionale col presidente...

18 dicembre 2015
1 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Una proposta di legge condivisa per evitare lo sfruttamento dei migranti nelle campagne dell’isola è stata sollecitata dalla Flai Cgil in un incontro in consiglio regionale col presidente Gianfranco Ganau. Una bozza è già stata presentata a livello nazionale e prevede il coinvolgimento dei centri per l’impiego e degli sportelli unici immigrazione per favorire il collocamento dei migranti, leale e trasparente, nel settore agricolo. «La Sardegna ha competenza primaria in materia di lavoro», ha ricordato il segretario regionale della Federazione lavoratori agroindustria della Cgil, Raffaele Lecca. «Per questo vogliamo costruire la proposta di legge insieme alle comunità locali di migranti e in accordo con le istituzioni». «È vero che in Sardegna non si è mai sviluppata una vera e propria rete malavitosa, simile a quella presente in altre parti d’Italia», ha detto durante l’incontro il segretario nazionale della Flai Cgil Giovanni Mininni, «ma intervenire su alcuni meccanismi di sfruttamento comunque evidenti aiuterebbe a prevenire possibili forme di caporalato».

Bassa valle del Coghinas

Invasi nell’occhio del ciclone: è scontro tra gli agricoltori e l’Enas

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative