Spopolamento, nel 2080 la Sardegna avrà solo un milione di abitanti

Lo studio: l’isola si trova all’ultimo posto in Europa per crescita demografica

SASSARI. Non c’è storia. La Sardegna non ha rivali. Nessuna isola europea rischia di svuotarsi quanto lei. Nel 2080 potrebbe ritrovarsi con poco più di un milione di abitanti. Un trend decisamente negativo che fa precipitare la Sardegna all’ultimo posto della classifica delle isole europee, per quanto riguarda la crescita democratica. Per capire meglio il discorso è bene fare un esempio: nel 2080 le isole Baleari, molto più piccole della Sardegna, avranno mezzo milione di abitanti in più. A riportare le poco rosee previsioni è il «Sardinian socio-economic observatory», che ha da poco pubblicato una significativa analisi sulla crisi demografica in Sardegna. Calcoli e percentuali non danno scampo: senza una netta inversione di rotta, l’isola è destinata a diventare una terra semi-deserta.

Sempre più giù. L’analisi del Seo, pubblicata su seosardinia.wordpress.com, ha paragonato la crescita democratica di tutte le isole del continente. La Sardegna è ultima: nel 2080 avrà il 34 per cento in meno della popolazione attuale. Dunque, si passerà da 1 milione e 656mila a 1 milione e 96mila. Poco meglio la Sicilia, che perderà il 16 per cento della popolazione. La crescita di Creta sarà invece pari a zero, mentre tutte le altre isole quasi non sapranno più dove mettere le persone: più 13 per cento a Malta, più 28 per cento in Irlanda, più 44 per cento a Cipro. La gemella Corsica è l’isola dove la crescita demografica sarà più imponente: più 50 per cento. Inoltre la Sardegna nel 2080 diventerà l’isola con la più bassa intensità demografica d’Europa dopo l’Islanda.

Sardegna vs Baleari. Il «Sardinian socio-economic observatory» è poi entrato nel dettaglio, paragonando i dati demografici della Sardegna con quelli delle isole Baleari. Isole che vantano una superficie di 5mila chilometri quadrati, cioè un quinto della superficie della Sardegna. Al momento il numero degli abitanti è 1 milione e 656mila contro 1 milione e 112mila. Nel 2080, invece, le isole Baleari avranno 1 milione e 597mila abitanti, mentre la Sardegna solo 1 milione e 96mila. Il sorpasso avverrà nel 2055.

Sardegna vs Cipro. Anche la piccola Cipro, contro la Sardegna, fa la parte del leone. Ora, nell’isola grande 9mila e 500 chilometri quadrati, ci abitano solo 873mila persone. Nel 2050 la popolazione salirà invece a quota 1 milione 253mila. Insomma, avrà circa 160mila abitanti in più della Sardegna. In questo caso il sorpasso avverrà nel 2070.

L’insularità. Il Seo, nella sua precisa analisi, ci tiene a mettere in evidenza la questione dell’insularità. «Troppo spesso i dati della Sardegna vengono presentati come se fossero estranei al contesto mediterraneo ed europeo – spiegano i ricercatori sul sito –. Si mostrano spesso i dati sul decremento demografico, sui bassi tassi di natalità, sull’invecchiamento della popolazione ma ci si dimentica sempre di proporre un qualche elemento comparativo che ci faccia rendere conto della gravità e dell’intensità reale del fenomeno. Se si vuole trovare una ragione dello spopolamento non si può sicuramente fare riferimento all’insularità e alle conseguenze che tale fattore geografico porta con sé».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes