Mutui facili, chiusa l'inchiesta sul Banco di Sardegna: 23 indagati

La sede generale del Banco di Sardegna

Il pm al lavoro dopo una segnalazione degli ispettori di Bankitalia per 250mila euro

CAGLIARI. Si è chiusa l'inchiesta della Procura di Cagliari sui crediti «sospetti» rilasciati dal Banco di Sardegna. Il pm Andrea Massidda ha completato la notifica degli avvisi di conclusione delle indagini preliminari ai 23 indagati con l'accusa di ostacolo delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza. Fra questi anche L'ex presidente del Banco, Franco Antonio Farina, e il suo vice Ivano Spallanzani, più altri ventuno fra componenti del consiglio di amministrazione e collegio dei sindaci dell'istituto, del 2011 e del 2012.

La Procura aveva aperto l'inchiesta, dopo una nota della Banca d'Italia che aveva segnalato anomalie nella gestione delle relazioni commerciali della banca. Gli ispettori di Bankitalia avevano monitorato il 18% delle operazioni, sanzionando alla fine il Banco con 250mila euro, per le «carenze nel governo, nella gestione e nel controllo dei rischi di credito e operativi di cda e collegio sindacale».

Ora i faldoni con gli atti d'indagine saranno messi a disposizione degli avvocati dei 23 indagati che potranno decidere di farsi interrogare o presentare memorie, poi il pm Massidda deciderà se procedere con la richiesta di rinvio a giudizio.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes