regione

«Pronti a promuovere l’idea: farà parte della legge urbanistica»

CASTELSARDO. Lo strumento del Piano colore dovrebbe essere inserito nella legge urbanistica regionale in via di approvazione. È l’auspicio del sindaco Franco Cuccureddu che ieri ha ottenuto la...


09 aprile 2017


CASTELSARDO. Lo strumento del Piano colore dovrebbe essere inserito nella legge urbanistica regionale in via di approvazione. È l’auspicio del sindaco Franco Cuccureddu che ieri ha ottenuto la presenza dell’assessore regionale all’Urbanistica Cristiano Erriu all’incontro incentrato sull’illustrazione del progetto pilota relativo ai centri storici.

«L’urbanistica cambia, si evolve, sta al passo con i tempi – ha detto Erriu nel corso del suo intervento – . Non è più l’urbanistica dei piani regolatori di un tempo: oggi si presta molta più attenzione alla qualità urbana, alla salvaguardia dei dettagli dei singoli edifici che possiedano un valore storico, ma si presta anche un particolare riguardo alla partecipazione dei cittadini nelle scelte urbanistiche. Il lavoro fatto a Castelsardo è un pezzo di un’idea più ampia che coinvolge altri centri sardi minori, di diversi territori e di classe dimensionale differente. A Castelsardo va riconosciuto un ruolo d’avanguardia, pionieristico, che servirà anche ad altri Comuni interessati a replicare questo genere di strumenti ed approcci metodologici».

Il delegato di Pigliaru all’Urbanistica ha anche aggiunto che operazioni come quelle portate avanti a Castelsardo puntano anche alla sensibilizzazione dei cittadini per la bellezza e il decoro dei luoghi in cui vivono. Mai più dunque brutture in grado di deturpare paesi come i famigerati infissi in alluminio anodizzato, ardite e discutibili soluzioni architettoniche che accolgono i visitatori all’ingresso del centro abitato e gli stessi colori abbaglianti che stonano con tutto il resto.

«In passato - ha ricordato l’assessore Erriu - al centro di tutto si poneva il concetto di proprietà. Oggi non c’è più soltanto quello: viene prima l’interesse pubblico, in questo caso la qualità estetica dell’intero borgo. La legislazione regionale ha già una legge di riferimento, la n. 29, e si sta ulteriormente adeguando con il disegno di legge di Governo del territorio che la Giunta Pigliaru ha approvato a marzo. In più l’assessorato all’Urbanistica, attraverso i servizi di Tutela del paesaggio e in collaborazione con la facoltà di Architettura di Alghero, sta avviando una serie di attività formative e di accompagnamento dedicate ai tecnici che operano nei Comuni, in modo da accrescere la cultura della qualità urbana in tutta l’isola». (g.g.)

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.