Ryanair taglia l’Alghero-Pisa del lunedì

Il collegamento con la Toscana diventa bisettimanale. Il sindaco Bruno: disagio per il territorio. Oggi incontro con Careddu

ALGHERO. Il ciclone Ryanair sfiora i cieli sardi. Rispetto a quello che sta succedendo in Europa, e a quello che si sta verificando negli scali italiani in cui la regina irlandese del trasporto low cost ha messo radici da un pezzo, è poca roba. Ma gli effetti dell’impasse che sta affrontando Ryanair atterrano anche al “Riviera del corallo”. La compagnia aerea ha annunciato l’inserimento del doppio collegamento tra Alghero e Pisa del lunedì tra quelli in odore di taglio rispetto alla programmazione invernale. Sinteticamente, il documento al quale si può risalire dalla home page della compagnia indica la frequenza del lunedì da e per Alghero tra quelle che saranno annullate dal 1 novembre al 24 marzo.

Una verifica più approfondita attraverso il sistema di prenotazione online permette di constatare che in alcuni periodi il volo è ancora prenotabile. E le notizie che arrivano da Pisa confermano che la soppressione non è sistemica ma ciclica. Nel senso che di tanto in tanto il volo sarà ripristinato. Sulle motivazioni dell’annullamento della frequenza, che trasforma il collegamento con Pisa da tri a bisettimanale, Ryanair è ermetica. Posto che il disagio sia sicuramente riconducibile alla fase di difficoltà organizzativa che il vettore sta attraversando anche per via dei problemi col proprio personale di volo e col reperimento di equipaggi sufficienti a coprire tutte le tratte, l’unica spiegazione rilevabile empiricamente è che quello di Alghero è l’unico aeroporto in Sardegna interessato dal fenomeno, ma lo è solo marginalmente e solo in conseguenza dei problemi, grossissimi, che la compagnia sta riscontrando per gestire gli hub italiani più consistenti, come Orio al Serio e, appunto, Pisa. Nella sua base toscana, per dire, i collegamenti annullati sono più di 20. Stando all’ultima versione aggiornata di ieri sera del documento pubblicato da Ryanair, le rotte soppresse da novembre a marzo in Italia sono oltre 200. La speranza è che il taglio non diventi sistemico. La certezza è che poteva andare molto peggio. Ma la seccatura è che il taglio della frequenza del lunedì è davvero un grande disagio. In tempi di continuità territoriale ancora tutta da scrivere e da capire e con le difficoltà a reperire voli, l’Alghero-Pisa e il Pisa-Alghero di inizio settimana erano una vera manna per i tanti trasfertisti che tornano nell’isola nel week end. «Per quanto sia un effetto indiretto di quel che sta succedendo a Pisa, resta comunque un disagio per gli abitanti del territorio», è la riflessione del sindaco di Alghero, Mario Bruno, che proprio oggi avrà il primo incontro ufficiale con l’assessore ai Trasporti, Carlo Careddu, «con la speranza di instaurare con lui un rapporto diverso da quello avuto col suo predecessore», come afferma Bruno riferendosi a Massimo Deiana.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes