Guerra dei mari, Onorato contro Grimaldi: "C'è lui dietro le azioni di Mauro Pili"

L'armatore rivale del titolare della convenzione con lo Stato: "Con la metà dei soldi dati alla Tirrenia farei viaggiare i sardi gratis"

SASSARI. Tra Onorato e Grimaldi è battaglia navale totale.Lo scontro dura da anni ma negli ultimi mesi è diventato sempre più palese. L'ultima manche si chiude con un doppio rilancio. Onorato che chiede un'inchiesta contro Grimaldi, reo a suo dire di sostenere la campagna di Pili. Grimaldi rilancia, plaude all'iniziativa dell'ex deputato di Unidos e si dice pronto a trasportare tutti i sardi gratis sulle sue navi se solo avrà la metà dei 73 milioni che la Convenzione con lo Stato assicura alla Tirrenia per trasportare i sardi.

E in questa situazione tesissima l'ex deputato Mauro Pili in versione incendiario fa da innesco per l'ultima esplosiva polemica. Pili in un comunicato ha accusato il gruppo Onorato di vendere tre navi della Tirrenia a un gruppo cinese per poi riprenderle in affitto. Ma da mesi Pili porta avanti una campagna di contestazione del gruppo Onorato e ha raccolto on line 60mila firme per chiedere la revoca della convenzione.

L'ultimo attacco di Pili fa scattare Onorato. Il gruppo annuncia la querela per diffamazione contro Pili «con parallela richiesta di risarcimento danni reputazionali e aziendali per un valore iniziale di 20 milioni di euro».

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes