Erasmus, appuntamento a Barcellona per gli studenti sardi bloccati in Spagna

L’imbarco dei ragazzi previsto martedì 17 su una nave della Grimaldi

SASSARI. Il rientro dalla Spagna degli studenti Erasmus dell’università di Sassari si farà. E l’appuntamento per tutti resta confermato per martedì 17 a Barcellona. Con i ragazzi e le ragazze, una quarantina a cui si stanno aggiungendo in queste ore borsisti e dottorandi da tutta la penisola iberica, si potranno imbarcare nella nave di linea della Grimaldi Lines che la sera partirà per Porto Torres.

Tutti saranno muniti dell’autorizzazione prevista dall’ultima ordinanza del presidente della Regione Christian Solinas contenente le disposizioni attuative del decreto del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti che da sabato a sigillato porti e aeroporti dell’Isola. «Autorizzazione – spiega il rettore Massimo Carpinelli – che in queste ore stanno richiedendo in forma singola, con le modalità previste dall’ordinanza. E la cui copia, dopo il doveroso vaglio, arriverà ad ognuno 12 ore prima della partenza».


Si chiude così il caso innescato sabato dallo stop alla circolazione ordinato da Solinas, che aveva chiuso anche il corridoio aperto, con non poca fatica, dal rettore dell’università di Sassari Carpinelli per far rientrare una parte della popolosa colonia di studenti sassaresi, sono oltre 200, che hanno deciso di vivere la loro esperienza all’estero in Spagna. «Siamo costantemente in contatto con tutti loro – spiega – e circa una quarantina ha espresso la volontà di rientrare a casa. Ci siamo subito attivati, anche contattando l’ambasciatore a Madrid e facendoci carico di tutte le spese di viaggio, comprese quelle di trasferimento con mezzi privati a Barcellona. Il tutto in accordo con la prefetta e con l’Ad di Grimaldi Eugenio Cossu».

Una procedura ideale, perché consente di prendere i carico i ragazzi al loro arrivo e gestire in maniera sicura e soprattutto ufficiale la loro quarantena. Che però ha richiesto di saltare per aria sabato, con l’ordinanza blocca-porti.

«Ho immediatamente preso contatti con Solinas – spiega Carpinelli – che chiaramente ha dato la massima disponibilità a risolvere tempestivamente la vicenda. Abbiamo individuato la strada. E la nave per martedì è, almeno per ora, confermata. Siamo comunque qui e seguiremo la vicenda ora per ora, pronti a dare ogni supporto ai nostri ragazzi». L’indirizzo per le comunicazioni è relint@uniss.it.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes