La Nuova Sardegna

Coronavirus, la raccolta fondi di Nuova, Banco e Dinamo: IBAN IT41J0101517 2000000 70314705

Roberto Petretto
Coronavirus, la raccolta fondi di Nuova, Banco e Dinamo: IBAN IT41J0101517 2000000 70314705

Iniziativa per sostenere le strutture sanitarie. Coinvolti i giocatori del Banco. Testimonial Melissa Satta, Geppi Cucciari, Elisabetta Canalis e Filippo Tortu

19 marzo 2020
3 MINUTI DI LETTURA





Una partita che si vince solo giocando come una squadra, uniti, senza individualismi. Il direttore della Nuova Sardegna, Antonio Di Rosa, annuncia l’iniziativa del giornale: «Vogliamo contribuire, con il vostro aiuto, a rendere gli ospedali sardi più efficienti, in modo che possano rispondere al meglio alle esigenze dei cittadini». Per raggiungere questo obiettivo La Nuova avrà al proprio fianco degli importanti compagni di squadra: Dinamo, Fondazione Dinamo e Banco di Sardegna: tutti contro il Covid-19.

[[atex:gelocal:la-nuova-sardegna:regione:1.38611540:Video:https://video.lanuovasardegna.it/locale/emergenza-coronavirus-la-nuova-la-dinamo-e-il-banco-insieme-per-gli-ospedali/120776/121253]]

«È il momento di scendere in campo, insieme», aggiunge Stefano Sardara, presidente della Dinamo Banco di Sardegna.«Abbiamo vissuto in questi giorni le difficoltà delle strutture sanitarie - ricorda il direttore Di Rosa -. Ci sono pochi medici, pochi infermieri, gli ospedali non sono adeguati ad affrontare la quotidianità, figuriamoci l’emergenza». Ecco quindi che Nuova, Dinamo e Banco, con l’adesione di alcuni testimonial d’eccezione, si mobilitano per lanciare e sostenere una raccolta di fondi da destinare agli ospedali di Sassari, la città dove è più alto il numero di contagiati, e dell’isola. «Lanciamo la sfida a tifosi, appassionati o chiunque voglia contribuire ad aiutare concretamente le strutture ospedaliere», dice il presidente Sardara. L’iniziativa è stata sposata da quattro star sarde d’eccezione: Elisabetta Canalis, Geppi Cucciari, Melissa Satta e Filippo Tortu.

Chiunque voglia fare un versamento potrà fare un bonifico alla Fondazione Dinamo tramite

IBAN IT41J0101517200000070314705

causale "In campo per l'emergenza Covid-19". In alternativa è possibile, attraverso l'e-commerce biancoblu www.dinamostore.it, versare alla Fondazione Dinamo la cifra desiderata. «Vista l'urgenza di fondi - spiega ancora Sardara - le donazioni verranno devolute in tempo reale secondo il fabbisogno indicato dalle Prefetture». «Siamo in un momento drammatico - aggiunge il direttore Di Rosa -, il Coronavirus ha stravolto la nostra vita e le nostre abitudini. Non possiamo fare nulla di quello che facevamo sino a pochi giorni fa, perché c'è in ballo la nostra salute, ci sono rischi di contagio e quindi dobbiamo attenerci alle regole». «Nei momenti più difficili come questi, quando ci si trova a combattere un nemico invisibile, ci si rende conto di tante debolezze e criticità che abbiamo - dice Giuseppe Cuccurese, direttore generale del Banco di Sardegna -. È arrivato il momento di tirare fuori gli attributi e di urlare che tutti noi, insieme e uniti, usciremo dall'emergenza»La Dinamo coinvolgerà i propri atleti: «Ogni giorno saranno estratti due donatori che avranno la possibilità di fare una videochiamata social con uno tra i giocatori della Dinamo, Spissu, Bilan, Smith, Bucarelli, Devecchi, Sorokas, Evans, Magro, Pierre, Gentile, Coleby, Vitali o una delle star isolane Elisabetta Canalis, Geppi Cucciari, Melissa Satta o Filippo Tortu».Ad avere l'opportunità di ricevere la chiamata saranno due donatori: uno estratto a sorte e il più generoso del giorno. Al termine della campagna fondi la società estrarrà altri 200 benefattori a cui saranno donati o un prodotto del merchandising o un biglietto per i match interni della Dinamo. «È il momento di fare squadra, uniti come non mai per combattere questa battaglia - conclude il presidente Sardara -: è il momento di stringersi in aiuto delle strutture che garantiscono assistenza, cura e salvezza a migliaia di persone ogni giorno».

Medioriente

Media arabi: «L’Iran attacca Israele con decine di droni»

Le nostre iniziative