Coronavirus in Sardegna, su trasporti e chiusure Christian Solinas tratta con Roma

Slitta ancora l’ordinanza del presidente della Regione. Potrebbero essere decisivi i segnali incoraggianti dalla curva dei contagi

CAGLIARI. Altre 24 ore di riflessione e limature: l’ordinanza numero 49 è slittata ancora. Il governatore Christian Solinas sarebbe in attesa del via libera romano per la chiusura parziale di porti e aeroporti. Sarà una «barriera sanitaria» concordata comunque con i vari ministeri, per evitare strascichi giudiziari nelle aule del Tar, com’è accaduto a settembre. Mentre sugli altri due punti chiave dell’ordinanza in preparazione – cento per cento nella didattica a distanza nelle scuole superiori e orari di apertura dei locali pubblici – il governatore avrebbe già concordato una griglia col Comitato tecnico scientifico regionale. Gli ultimi dati ufficiali sulla catena di contagi confermano che, in questi giorni, la Sardegna è in fase calante rispetto ai picchi della scorsa settimana. È proprio la diminuzione dei positivi una delle condizioni previste dall’ultimo Dpcm del Governo, perché le Regioni possano adottare prescrizioni diverse da quelle nazionali. Se la discesa dovesse essere confermata anche oggi, Solinas dovrebbe firmare l’ordinanza in tarda serata dopo un confronto con i capigruppo di maggioranza e opposizioni del Consiglio regionale.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes