Positiva e in isolamento: si laurea in medicina

Federica Perra, 26 anni di Maracalagonis, ha discusso la tesi a distanza «La febbre è comparsa il 6 novembre: ho temuto di dover saltare la sessione»

MARACALAGONIS. La didattica a distanza portata alla sua dimostrazione più estrema: lezioni in presenza? Roba da ragazzini. Non è da tutti conseguire una laurea in medicina, con 110 e lode e menzione speciale rimanendo a casa perchè positivi al Covid. Potenza di una pandemia che ha cambiato il mondo, ma non ha frenato la volontà di una ragazza di 26 anni di Maracalagonis che ieri ha sostenuto l’esame di laurea per via telematica e si è laureata in medicina e chirurgia. La neo dottoressa, Federica Perra, ha discusso presentato la tesi ”Intelligenza artificiale applicata alla diagnosi dell’endometriosi profonda rettosigmoidea”. Relatore è stato il professor Stefano Guerriero.

Federica Perra ha avvertito i primi sintomi del covid 19 il 6 novembre. «Il campanello d’allarme è stata la febbre- afferma- . Ho consultato il medico di base e, seguendo il suo consiglio, mi sono subito messa in isolamento domiciliare in attesa di fare il tampone che purtroppo è risultato positivo. Fortunatamente non ho contagiato nessuno dei miei familiari con i quali vivo. Mi sono letteralmente rinchiusa all’interno della mia cameretta di appena 11 metri quadrati. Il covid si è manifestato in forma lieve tanto che sono riuscita a gestirlo a livello domiciliare. Non nascondo di avere avuto un po’ di paura e di preoccupazione, soprattutto di non riuscire a dare l’esame di laurea, già fissato da diverso tempo. Non sono stata penalizzata e non sono stata costretta a rinviarlo perché la facoltà di medicina e chirurgia dell’università degli studi di Cagliari ha organizzato una sezione di laurea online. Sono in fase di guarigione. Venerdì farò il terzo tampone che mi auguro sia negativo e riprenderò così la vita normale. Mi riservo non appena sarà possibile, di festeggiare la laurea».

Federica Perra ha frequentato il liceo scientifico nell’istituto di istruzione superiore Giuseppe Brotzu di Quartu Sant’Elena, a Pitz’è Serra, e si è diplomata con un voto di ottantaquattro centesimi. Il tempo di assaporrare la gioia per la laurea si passerà subito ai programmi futuri: «A gennaio - racconta - frequenterò a Milano un master in medicina estetica. Poi sosterrò l’esame per la specialistica. Mi piacerebbe riuscire a iscrivermi ginecologia o dermatologia».

A Maracalagonis la laurea di Federica è stata accolta con gioia: «Sono amica di Federica e della sua famiglia da diverso tempo - dice la sindaca, Francesca Fadda . Ho seguito il suo corso di studi dall’inizio alla fine. Conosco i grandi sacrifici che hanno i genitori per consentirle di studiare e raggiungere questo importante obiettivo e la sua dedizione. Francesca non appena ha saputo di essere risultata positiva al tampone mi ha prontamente informata e mi ha manifestato la sua preoccupazione per non riuscire a sostenere l’imminente esame di laurea. Sono felicissima, perché tutto è andato a buon fine».

Un raggio di luce in un periodo difficile per tutti: a Maracalagonis, secondo i dati forniti dall’azienda tutela della salute, i positivi al Covid 19 sono una quarantina. Uno è ancora ricoverato all’ospedale Santissima Trinità di Cagliari.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes