Sedici donne, una voce sola

Il lavoro delle studentesse di cinque istituti di Alghero, Iglesias, Nuoro e Sassari

SASSARI. L’articolo qui a fianco sulla violenza di genere è la sintesi di una lunga conversazione avvenuta nella piattaforma zoom tra un gruppo di 16 ragazze di cinque istituti superiori: l’Itc Satta di Nuoro, l’istituto Scienze umane “Enrico Fermi” di Alghero, l’Ipsia “Ferraris” di Iglesias, il liceo scientifico Spano e il liceo Coreutico Azuni di Sassari. Sono Michela Zoppi, Sara Puddu, Ambra Daga, Vittoria Daga e Gianna Fenu dell’ITC S. Satta Nuoro; Sarah Sini del Fermi di Alghero; Emma Tiloca del liceo “ Giovanni Spano”; Michela Aste, Giorgia Pinna, Laura Mattana, Letizia Cardia dell’IPSIA “Galileo Ferraris” di Iglesias; Giada Pulina, Aurora Usai, Martina Fiorentino, Noemi Mura e Alessia Muzzu del liceo Coreutico Azuni di Sassari. Sono state proprio le ragazze a decidere di riunirsi in un gruppo di lavoro dopo una riunione di redazione, avvenuta online con oltre duecento partecipanti, organizzata per decidere gli argomenti da trattare nel settimanale “Scuola è Lavoro”. Quello della violenza di genere, anche considerata la vicinanza con la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, è stato uno degli argomenti proposti dalla maggior parte delle giovani redattrici. Alla discussione hanno partecipato anche numerosi redattori. L’affollato gruppo di lavoro composto dalle ragazze è la dimostrazione di un valore aggiunto del progetto La Nuova@Scuola: riuscire ad accorciare le distanze. Nuoro, Iglesias, Alghero, Sassari sono diventate un solo luogo virtuale di confronto.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes