Conte si è dimesso, ora tocca a Mattarella

L'ex premier sale al Colle per formalizzare le dimissioni e il presidente della Repubblica deve cominciare le consultazioni, gli scenari vanno dal Conte ter allo scioglimento delle Camere

ROMA. Prima il Consiglio dei ministri, poi al Quirinale. Giuseppe Conte alle 9 è arrivato a Palazzo Chigi per il Consiglio dei ministri dove ha comunicato la sua decisione di lasciare il governo. "Ringrazio ogni singolo ministro, per ogni giorno di questi mesi insieme", ha detto il premier alla sua ormai ex squadra di governo. "Sostegno e compattezza", hanno risposto i capi delegazione delle forze di maggioranza, Alfonso Bonafede (M5S), Dario Franceschini (Pd) e Roberto Speranza (Leu).

La prossima meta è il Colle dove Conte formalizzerà le dimissioni e si aprirà ufficialmente la crisi di governo. Il capo dello Stato Sergio Mattarella avvierà consultazioni lampo con tutte le forze politiche, dal reincarico al premier uscente per un "ter", come sperano Pd, M5s e Leu, fino alla soluzione estrema dello scioglimento delle Camere.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes