Ereditano reperti archeologici e li segnalano ai carabinieri

CAGLIARI. Sette persone arrestate, 61 denunciate, 1.120 reperti archeologici sequestrati. Sono i numeri di un anno di attività dei carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Cagliari....

CAGLIARI. Sette persone arrestate, 61 denunciate, 1.120 reperti archeologici sequestrati. Sono i numeri di un anno di attività dei carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Cagliari. Spicca il recupero di 259 oggetti di eccezionale interesse storico-culturale, effettuato grazie alla segnalazione fatta dai proprietari che dopo averli ereditati avevano capito di trovarsi di fronte a un “tesoro” clandestino. I carabinieri hanno effettuato un controllo della collezione insieme agli esperti della Soprintendenza che ha permesso di scoprire che alcuni oggetti presenti nella raccolta non erano stati denunciati, mentre altri erano scomparsi. Tutti i reperti sono stati sequestrati e saranno analizzati dalla Soprintendenza che cercherà di stabilire epoca e autenticità e torneranno nella proprietà dello Stato. Di particolare pregio una navicella nuragica con protome taurina, tre contenitori per liquidi con forme di ariete e bovino di provenienza greca, sei brocche e due coppe a vernice nera con figure rosse di provenienza greca; due ceppi ancora perfettamente conservati con iscrizioni in latino e greco; tre coppe a figure nere di età greca, un vaso dauno magno greco ed un vaso con occhio dipinto di epoca fenicio-punica. (l.on)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes