Salmo cuore d’oro: dona 10mila ulivi per i territori devastati dagli incendi

Il rapper di Olbia in soccorso delle campagne in ginocchio dopo il maxi rogo

OLBIA. Un contributo per permettere a quel territorio di riappropriarsi del suo verde. Salmo ha donato 10mila piantine di ulivo da destinare alle zone colpite dagli incendi nel Montiferru, in questo modo anche il rapper olbiese fa sentire la propria voce a favore della causa solidale. Sempre Salmo, dopo il suo grande concerto galleggiante aveva già mostrato vicinanza alle popolazioni che avevano perso case, terreni e bestiame. Lo aveva fatto lanciando l’idea di un concerto benefico.

Piante di ulivo. A dare la notizia della donazione è stata la sezione di Oristano della Croce rossa italiana, delegata dall’artista «allo smistamento e alla distribuzione in tutto il territorio colpito dagli incendi». Così si legge nella nota diffusa sui social: «Ettari di boschi andati in fumo. Un popolo messo a dura prova che senza nessun potere guarda cadere a pezzi gli sforzi di una vita, case e aziende e vede morire i propri animali senza riuscire a salvarli – scrive la Croce Rossa oristanese –. Tutto questo spezza il cuore non solo di chi vive in questa triste devastazione, ma di tutti i sardi che vedono la loro terra come una madre da proteggere e da amare. Ma le difficoltà tirano fuori il vero carattere dei sardi e davanti alla Sardegna che brucia, arriva un grande gesto di solidarietà». Un gesto applaudito tanto nell’isola quanto su scala nazionale.


Solidarietà in concerto. È lecito pensare che si tratti solo di un primo contributo, perché proprio Salmo attraverso i suoi canali social aveva fatto un particolare appello per una grande raccolta fondi. L’idea dell’artista di Olbia è quella di un evento musicale che possa funzionare da cassa di risonanza per sensibilizzare sulla situazione relativa agli incendi nei comuni del Montiferru. Il progetto del concerto potrebbe però avere una gestazione burocratica più lunga del previsto, necessaria per ricevere le autorizzazioni del caso. «Ci sono famiglie in difficoltà, pastori che hanno perso il bestiame e hanno bisogno di una mano, bisogno di un aiuto – così il rapper si era esposto il giorno dopo il successo del suo Water world music festival nel golfo di Cugnana –. Direi di fare così: organizziamo un concerto completamente gratuito e una raccolta fondi su internet per aiutare queste persone».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes