Il presidente sarà ospite nella villa dell’aeronautica

Il capo dello Stato dovrebbe arrivare domani nella cittadina catalana Il suo soggiorno durerà pochi giorni. L’apparato di sicurezza è in moto

ALGHERO. Ieri il “grazie” ai vigili del fuoco per quello che fanno per tutelare l’incolumità delle persone, in occasione dell’ottantesimo anniversario dell’inaugurazione delle Scuole centrali antincendi di Roma, dove si sono formate generazioni di operatori del soccorso. E domani il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà in Sardegna, arriverà ad Alghero per trascorrere un breve periodo di vacanza, in una terra dove i vigili del fuoco hanno una storia e una tradizione radicata nel tempo, protagonisti di azioni eroiche per salvare vite umane in una terra devastata dal fuoco. Ormai ci sono solo conferme sulla tappa del capo dello Stato in terra catalana e ieri sono trapelati alcuni particolari: la vacanza sarà breve e il presidente dovrebbe essere ospitato nella villa dell’Aeronautica militare nel Parco di Porto Conte. La stessa che ha già accolto anche la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.

L’apparato di sicurezza è operativo già da parecchi giorni e oggi dovrebbe svolgersi una riunione di coordinamento con le forze dell’ordine in Prefettura a Sassari.

Non ci sono notizie di uscite pubbliche del presidente della Repubblica durante il periodo di vacanza ad Alghero, anche se proprio in questi giorni - subito dopo che si è diffusa la notizia del possibile arrivo del capo dello Stato - qualcuno ha messo in relazione la visita con qualche ricorrenza particolare. Al Comune di Alghero non hanno riferimenti da dare, anche se è palpabile l’entusiasmo per la scelta di Sergio Mattarella di trascorrere le vacanze nella Riviera del Corallo.

Indizi pochi, dunque. Anzi, nessuno. Giusto qualche curiosa coincidenza: nei giorni scorsi il presidente della Repubblica nel suo discorso durante la cerimonia del “Ventaglio”, l’annuale appuntamento con la stampa parlamentare prima della pausa estiva, toccando il tema della recente riforma dell’Ordine dei giornalisti ha parlato di autonomia e ha sottolineato il carattere di professione intellettuale. E ha fatto riferimento a una frase pronunciata da Carlo V nella sua visita ad Alghero, ribadendo che «non ci sono scorciatoie in virtù delle quali tutti siamo “caballeros”», secondo la frase attribuita appunto a Carlo V nella sua visita ad Alghero. Proprio quest’anno ricorrono i 480 anni da quella data.

Tutto è pronto, comunque, per accogliere al meglio il presidente della Repubblica che dopo l’Arcipelago della Maddalena quest’anno ha scelto Alghero per le sue vacanze. Il presidente è entrato nel semestre bianco, nel tratto finale del suo settennato, e per questa estate 2021 ha optato ancora per vacanze in terra sarda. Un po’ di tregua dopo un lungo periodo di grande lavoro.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes