Transizione energetica, eolico off shore: 16 progetti al Ministero

Un esempio di eolico off-shore nel mare del Belgio

Uno, che prevede 42 pale alte 265 a 35 chilometri dalla costa di Buggerru, è già stato bocciato da Regione e Comuni ma le regole in un anno sono cambiate

CAGLIARI. Eolico off-shore, dalle parole si passa ai fatti, anche se la strada per arrivare a impianti in esercizio, sicuri e utili al sistema non sarà breve né facile. La Sardegna è direttamente interessata al dossier, sedici proposte sono già corredate da progetti per la realizzazione di specifici impianti offshore flottanti, da collocare, in sei casi (e la Sardegna è uno di questi), in acque oltre le 12 miglia. Su uno dei progetti, per 42 pale eoliche galleggianti, alte 265 metri, a circa 35 chilometri da Cala Domestica, la Regione e i comuni interessati (Buggerru, Fluminimaggiore, Iglesias, Arbus e Carloforte) hanno tutti espresso parere negativo, bocciandolo senza appello. La bocciatura però è avvenuta un anno fa: adesso le regole, le priorità, la volontà politica nazionale sono del tutto cambiate.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes