Ottanta piante di canapa nel giardino di casa

Sassari, 50enne disoccupato le innaffiava grazie a un moderno impianto di irrigazione

SASSARI. Le piante di marijuana sistemate nei tre ettari di terreno attorno all’abitazione e cresciute molto bene grazie anche alla presenza di un efficiente impianto di irrigazione a goccia. E nell’intercapedine delle casa un essiccatoio attrezzato con apparecchiature per l’illuminazione e la ventilazione e dove erano stati appesi numerosi steli con infiorescenze di marijuana.

La scoperta è stata fatta dai militari del gruppo della guardia di finanza di Sassari nelle campagne attorno alla città e un 50enne, disoccupato, è stato arrestato con l’accusa di detenzione e coltivazione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso dell’attività di controllo disposta dal comando provinciale, i finanzieri hanno recuperato anche oggetti e strumenti per la coltivazione e per il confezionamento dello stupefacente, nonché un quantitativo di marijuana già essiccata, hashish e una somma di denaro contante sulla quale sono in corso gli accertamenti.

L’intervento della fiamme gialle è giunto al termine di una attività info-investigativa che ha consentito la raccolta di elementi indiziari sufficienti a ottenere il decreto di perquisizione, nell’agro di Sassari, che ha interessato sia l’abitazione che tutta l’area circostante (oltre 3 ettari).

Le operazioni di ricerca, condotte con l’ausilio del cane antidroga “Ginko” in forza alla Tenenza di Porto Torres, hanno consentito di rinvenire alcune decine di piante di canapa indiana mimetizzate tra la vegetazione mediterranea presente nell’area.

Complessivamente - a conclusione dell’operazione - i finanzieri del comando provinciale di Sassari hanno sequestrato oltre 80 piante di marijuana, circa 2 chili di marijuana già essiccata, 50 grammi di hashish e circa 3000 euro in contanti.

Lo stupefacente sequestrato (secondo le valutazioni della fiamme gialle) avrebbe fruttato, una volta immesso sul mercato illegale dello spaccio al minuto, circa 200 mila euro.

L’arrestato è stato sottoposto alla misura della detenzione domiciliare in attesa di eventuali disposizione dell’autorità giudiziaria.

L’operazione seguita dalla guardia di finanza di Sassari conferma l’evoluzione e la crescita del mercato della marijuana nel territorio della provincia. E il 50enne arrestato - disoccupato e senza precedenti - rientra nella categoria degli insospettabili. I finanzieri sono arrivati a lui nell’ambito di un servizio che ha visto anche l’impiego della unità cinofile antidroga della Tenenza di Porto Torres a supporto di informazioni raccolte e che indicavano in quella zona la possibile presenza di una attività di produzione e commercio di sostanza stupefacente.

La guardia di finanza di Sassari ha messo a punto nell’ultimo periodo una serie di attività di controllo del territorio mirate proprio al contrasto della diffusione della droga. (g.baz.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes