Per i trasporti scolastici basta il green pass base

Deroga anche per le isole minori se si viaggia per studio o motivi di salute. Rimane invece l’obbligo vaccinale per spostarsi da e per la Sardegna

SASSARI. Niente più obbligo di super green pass per salire sui mezzi pubblici che conducono gli studenti a scuola. Analoga deroga è prevista anche per salire sui mezzi che garantiscono i collegamenti con le isole minori. Si allentano un poco le magli anti Covid previste dal ministero e a beneficiare di questo allentamento sono soprattutto gli studenti e le persone che, per studio o salute devono spostarsi dalle isole minori alla terraferma. Rimangono invece i limiti per le isole maggiori, come Sardegna e Sicilia.

A partire da oggi e fino al 10 febbraio per l’accesso ai mezzi pubblici che consentono lo spostamento «da e per» le isole minori sarà sufficiente il Green pass base e non quello rafforzato. È quanto dispone una Ordinanza del ministero della Salute, adottata su proposta del ministero dei Trasporti. Un provvedimento, si specifica nel documento di quattro pagine, valido per soli motivi «di salute e di studio».

Accolta, quindi, la richiesta che nei giorni scorsi era arrivata da amministratori locali e associazioni che avevano anche indetto per oggi una manifestazione. L'ordinanza del ministro Roberto Speranza stabilisce, inoltre, che il trasporto scolastico dedicato non è equiparato al trasporto pubblico locale in merito alla disciplina delle Certificazioni verdi Covid-19 ed è accessibile fino al 10 febbraio agli studenti anche sopra i 12 anni con solo obbligo di mascherina Ffp2.

Nel dettaglio il provvedimento prevede il Pass base per «l'accesso e l'utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico per gli spostamenti da e per le isole minori e della Laguna di Venezia per documentati motivi di salute e di frequenza, per gli studenti di età pari o superiore ai 12 anni, dei corsi di scuola primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado», «fermo restando l'obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2».

L'ordinanza è estesa anche alle regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano. Il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, spiega che «il Governo, decidendo di posticipare l'adozione del green pass rafforzato per l'accesso al trasporto pubblico per le isole e per i trasporti scolastici dedicati, risponde così alle richieste dei territori e conferma la priorità assegnata alla scuola in questo momento di recrudescenza dei contagi».

Dal canto suo il governatore del Veneto, Luca Zaia, esprime soddisfazione parlando di «buona notizia per numerose famiglie veneziane». «Grazie a questa presa di posizione, che risponde ad una richiesta di buon senso», ha aggiunto Zaia.

Non si sono invece deroghe per chi deve spostarsi dalla Sardegna alla penisola e viceversa. Per salire su aerei e navi è necessario avere il green pass rafforzato e quindi essere vaccinati. Altrimenti si rimane a terra, da una parte e dall’altra del Tirreno.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes