Agroalimentare, a Sassari un premio per i "Custodi della biodiversità"

Nel mercato di Campagna Amica dell’Emiciclo, agricoltori e allevatori che hanno il merito di preservare e conservare prodotti rari, antichi e quasi persi

SASSARI. Sono stati premiati a Sassari, nel mercato di Campagna Amica dell’Emiciclo, i “Custodi della biodiversità”, ovvero gli agricoltori e allevatori che hanno il merito di preservare e conservare prodotti rari, antichi e quasi persi: semi antichi, piante centenarie e razze autoctone legate da secoli alla storia italiana. Campagna Amica ha inserito questi tesori in un volume, un vero atlante, dal titolo evocativo “I Sigilli di Campagna Amica – La Biodiversità agricola”. Il presidente e direttore di Coldiretti Nord Sardegna Battista Cualbu e Ermanno Mazzetti, insieme alla responsabile di Campagna Amica Nord Sardegna Lucia Oggiano e il presidente dell’associazione delle aziende di Campagna Amica Nord Sardegna Gianni Muntoni, hanno consegnato una targa alle aziende Custodi dei Sigilli di Campagna Amica “per la passione, l’amore per la terra, la tradizione, la conoscenza, la storia di una famiglia che sono nascosti dietro un cibo che si fa simbolo di amore tradizione e sacrificio”. Le aziende agricole premiate sono: Mandras Largas dei Fratelli Gaspa e Truvunittu di Gavino e Giuliano Pulinas di Osilo; Fratelli Pietro e Sergio Saba di Sassari; Sa Mandra di Alghero; Teresa Deiana di Buddusò; Mario Usai di Tempio; Paolo Camboni di Tissi; Giovanni Cabigliera di Pattada; Apidoria di Carmen Atzori di Valledoria; Areste di Daniela Scarpellino di Tula.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes