Covid, Sergio Babudieri: «La curva sale ancora, Omicron è la svolta»

La guida pratica del responsabile di Malattie infettive di Sassari: «Questa variante variante può essere una alleata. Convincere un no vax? Mai riuscito»

SASSARI. L’unica cosa certa finora del Covid, è che quando pensi di averlo capito, quando sei convinto di avergli preso le misure, lui farà l’esatto contrario. È per questo che ormai sulla pandemia e sulle varianti regna la più totale incertezza. Col professor Sergio Babudieri, responsabile dell’unità operativa di Malattie infettive dell’Aou di Sassari, abbiamo cercato di fissare alcuni punti fermi, e una sorta di istruzioni per l’uso, di bugiardino per il virus.

Partiamo proprio dalla fine: cosa ci aspetta ora? Siamo al picco?

«Chi lo afferma evidentemente ha dei dati statistici che io non posseggo. La percezione che ho da addetto ai lavori e dall’osservatorio del mio reparto, è che la pressione covid è ancora in crescita».

Parliamo di Omicron?
«Sì. parliamo di una variante con un tasso di contagiosità molto più elevato, che ha 3 giorni di incubazione e non 7 come le altre, e che dunque si diffonde più velocemente ed in maniera esponenziale. Così capillare da non consentire più alcun tracciamento. Da riempire i reparti ospedalieri perché spesso non dà sintomi, specie su persone con tre dosi di vaccino. E chi sono quelli con tre dosi? I sanitari...».

Quando sparirà?
«Credo che Omicron, se si riuscisse a gestirla, possa diventare un’arma a nostro favore. Ha due caratteristiche: è estremamente pervasiva e rapida, e allo stesso tempo poco aggressiva sull’organismo. Se l’unica strada da percorrere per un ritorno alla normalità è quella dell’immunità naturale di gregge, tradotto tutti contagiati-tutti immunizzati, Omicron sta lavorando a questo obiettivo. Ci sono governi, come l’Inghilterra, che in sostanza puntano proprio a questo. Poi non so se Omicron sarà l’ultima variante e se si arriverà ora all’immunità di gregge. Impossibile prevederlo. Ma so che il passaggio dalla pandemia all’endemia è l’unica soluzione. Si sa il come, non si sa il quando».

L'intervista completa e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes