La Nuova Sardegna

Protesta dei tir: via i blocchi in tutta la Sardegna

Un'immagine del blocco a Porto Torres
Un'immagine del blocco a Porto Torres

Stop, con riserva, dopo le decisioni del Governo. Oggi manifestazione degli autotrasportatori da Chilivani alla Fiera di Sassari

19 marzo 2022
1 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Camion via dai presidi e varchi per porti e zone industriali liberi dopo sei giorni. La decisione di sospendere la protesta è stata presa questa mattina  anche alla luce delle ultime novità arrivate da Roma. Si tratta, però, di uno stop con riserva, quello stabilito dal raggruppamento «Protesta autotrasportatori sardi». Via dunque i presidi a Porto Torres come a Cagliari, e ancora a Nuoro e Oristano mentre a Olbia resiste solo un presidio ma abbastanza blando.

I coordinatori del presidio di Cagliari, Piero Muscas, Daniele Fanni e Yuri Carta sottolineano  che "il sacrificio, non solo economico, messo in campo in questa settimana di autosospensione dal lavoro è stato importante, soprattutto per chi vive della propria piccola impresa spesso monoveicolare, ma era doveroso dare un segnale del livello di esasperazione che il settore dell'autotrasporto ha raggiunto - spiegano i referenti della protesta -. Consideriamo il taglio delle accise di 25 centesimi assolutamente insufficienti ma ci consentono quantomeno di avere una boccata di ossigeno per ripartire nell'immediato con senso di responsabilità".

Gli autotrasportatori non abbassano la guardia dunque. E già questo pomeriggio è in programma una manifestazione nel nord Sardegna. Gli autotrasportatori si muoveranno da Chilivani sino alla fiera di Sassari dove avrà luogo un'assemblea per esaminare la situazione.

[[atex:gelocal:la-nuova-sardegna:nazionale:1.41312953:gele.Finegil.StandardArticle2014v1:https://www.lanuovasardegna.it/italia-mondo/2022/03/19/news/caro-carburante-sesto-giorno-di-protesta-in-sardegna-1.41312953]]

In Primo Piano
Operazione antidroga

Olbia, nel furgone 150 chili di cannabis: in cella due giovani

Le nostre iniziative