La Nuova Sardegna

Arcipelago Sardegna
Arcipelago Sardegna

Il mondo dell’emigrazione in quindici anni di cronache culturali “dae su disterru” nel magazine on line “Tottus in pari”

Il mondo dell’emigrazione in quindici anni di cronache culturali “dae su disterru” nel magazine on line “Tottus in pari”

Paolo Pulina, già vice presidente della Fasi (la Federazione delle associazioni sarde in Italia), pubblica una raccolta di articoli in due volumi e annuncia l’uscita del terzo

06 gennaio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Pavia Un’opera monumentale, quasi enciclopedica. Due volumoni per raccontare un quindicennio di storia dell’emigrazione sarda. Sono le “Cronache culturali dae su disterru pubblicate nel magazine on line Tottus in pari” da Paolo Pulina, vice presidente vicario del Circolo culturale sardo “Logudoro” di Pavia ed ex vice presidente della Fasi.

«La prima cosa che colpisce, in queste oltre mille pagine, è la ricchezza delle sfaccettature, col grande numero di argomenti, e allo stesso tempo di iniziative, con il coinvolgimento di persone, istituzioni, amministrazioni» sottolinea Salvatore Tola nella postfazione. A introdurre i volumi ci pensano invece Filippo Soggiu (morto il 19 dicembre scorso, ha fatto giusto in tempo a vedere la seconda pubblicazione), Tonino Mulas, Serafina Mascia e Bastianino Mossa, presidente emerito il primo, presidenti onorari i due a seguire, attuale presidente Fasi l’ultimo.

«Queste pagine illustrano l’apporto soggettivo di Paolo Pulina, come componente del Comitato esecutivo della Fasi, incaricato della responsabilità del settore Informazione/Comunicazione nel periodo considerato». Ossia: dagli inizi del 2002 all’aprile 2010: è questo l’arco temporale che impegna il primo libro. Il secondo volume raccoglie le “Cronache culturali” che vanno dal maggio 2010 al dicembre 2015. Una “tribuna” che vede scorrere la storia recente dell’emigrazione sarda, e con essa della Sardegna più in generale. Convegni, conferenze, commemorazioni, incontri e presentazioni di libri, personaggi, circoli e occasioni sono molteplici. Con un terzo volume Pulina completerà la documentazione del suo impegno culturale (e contestualmente il percorso ideativo e organizzativo della Fasi) nel primo ventennio del Duemila. (l.p.)

In Primo Piano
L’isola a secco

Dramma siccità, a Budoni «caccia alle streghe» verso chi usa l'acqua

di Paolo Ardovino
Le nostre iniziative