La Nuova Sardegna

Politica

Chiarimento tra Solinas e Truzzu: niente sgarbi sino alle elezioni

Chiarimento tra Solinas e Truzzu: niente sgarbi sino alle elezioni

Incontro in Comune tra il governatore e il sindaco di Cagliari

14 marzo 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Meglio smetterla di pestarsi i piedi, uno con l’altro, per vivere senza affanni gli ultimi mesi del 2023, aspettando poi le doppie elezioni regionali e comunali l’anno prossimo. Dopo gli ultimi battibecchi, seppure a distanza, Christian Solinas, presidente della Regione, e Paolo Truzzu, sindaco di Cagliari, hanno siglato un patto di fine mandato, con un vertice di maggioranza in Comune, aperto a tutti gli alleati del centrodestra.

Rapporti difficili Dal 2019 e fino a qualche mese fa Solinas e Truzzu erano riusciti comunque a viaggiare allineati. Poi sono cominciate le incomprensioni, i dispetti, sul nuovo stadio Sant’Elia, ma anche sulla gestione politica dell’ultimo anno di legislatura in Consiglio regionale e in Municipio, visto che entrambi scadranno nel 2024, uno a febbraio e l’altro a maggio. Sarebbe stato proprio il prossimo doppio appuntamento elettorale a complicare i rapporti fra il sardista Solinas, che vorrebbe ricandidarsi alle Regionali, e Truzzu, uomo di punta dell’ormai straripante Fdi, che invece, a sua volta, potrebbe essere il futuro portabandiera della coalizione di centrodestra in Sardegna. Serviva un vertice per evitare contraccolpi da una parte e dall’altra, e il chiarimento c’è stato.

Pace fatta Preoccupato per la presentazione del bilancio – oggi in Municipio – e dopo essere andato di recente due volte sotto i aula, a causa dell’improvviso voltafaccia dei sardisti e di una lista civica vicino al governatore, Truzzu ha preteso una riflessione a tutto campo con gli alleati e soprattutto con Solinas. Il primo segnale di distensione è stato l’arrivo, sono scesi dalla stessa auto, del presidente e della senatrice e coordinatrice di Fdi, Antonella Zedda. È servito innanzitutto a confermare che, in nessun caso, una delle due Giunte sarebbe saltata per aria prima della rispettive scadenze naturali. Il resto dell’armistizio è stato poi siglato a porte chiuse, nell’ufficio del sindaco. La stagione dei reciproci dispetti, a questo punto, sembra accantonata, perché Solinas ha detto: «Noi del centrodestra, che siamo sempre compatti, vogliamo rivincere le Regionali e a Cagliari, nel 2024». Con Truzzu che confermerà poco dopo: «D’ora in poi, sono sicuro, viaggeremo sereni e anche in perfetta sintonia». (ua)

In Primo Piano
L’isola a secco

Dramma siccità, a Budoni «caccia alle streghe» verso chi usa l'acqua

di Paolo Ardovino
Le nostre iniziative