La Nuova Sardegna

Tortolì

«Percorso familiare e formazione possono aprire qualsiasi porta»

di Lamberto Cugudda
«Percorso familiare e formazione  possono aprire qualsiasi porta»

Caterina Murino incontra gli studenti. Quinto appuntamento con Job Day Sardegna

16 marzo 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Tortolì «Volevo fare la pediatra, ma la vita ha scelto per me facendomi lavorare in un mondo che non ho cercato. Qualunque sia la vostra scelta, ricordate ragazzi che le “valigie” importanti sono quelle formate dalla famiglia e dalla formazione». L’attrice Caterina Murino ieri ha regalato emozioni ed entusiasmo ai ragazzi e alle ragazze che la ascoltavano incantati. In videocollegamento da Parigi, l’attrice sarda ha parlato con gli studenti durante la quinta tappa del Job day Sardegna, che ha fatto registrare una grande partecipazione. L’evento si è tenuto per tutta la giornata di ieri all’Istituto di istruzione superiore Ianas e come i precedenti a Sassari, Olbia, Nuoro e Oristano è stato organizzato dall’assessorato regionale del Lavoro, guidato dall’assessora Ada Lai, e dall’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (Aspal), la cui direttrice generale è la tortoliese Maika Aversano. Proprio dalla direttrice è arrivato, al termine di una mattinata densa di testimonianze, un messaggio di incoraggiamento agli studenti.

È successo al termine di “Aspal4Future”, uno dei momenti di approfondimento in una giornata dedicata all’incontro tra domanda e offerta di lavoro, in un territorio che soffre una forte crisi economica e che vede sempre più giovani andare via in cerca di un’occupazione stabile. Anche in Ogliastra grande affluenza di candidati e imprese: 96 le aziende iscritte, equamente suddivise tra quelle in presenza e quelle online, che in totale hanno pubblicato 465 annunci per 2586 posti di lavoro, raccogliendo 1200 candidature (a queste vanno aggiunte le candidature spontanee). Tanti i settori imprenditoriali presenti in particolare il turismo e il commercio, ma si cercano nuovi occupati anche nell’informatica, nautica, servizi assicurativi, socio-sanitari, formazione. A impressionare è stata la presa d’assalto, con richiesta di spiegazioni sul come arruolarsi, da parte di tantissimi studenti e studentesse, alle “postazioni” dell’Esercito, dell’Aeronautica, della Marina militare, della Guardia di finanza, dell’Arma dei carabinieri e della Polizia di Stato.

Nel corso dell’incontro coordinato dalla giovane docente Gemma Caredda, come gli altri ospiti, Caterina Murino ha risposto alle domande dei ragazzi delle classi terza e quarta Oss dello Ianas che fanno parte della redazione Aspal 4future formata da Angelo Cau, Ada Marrano, Eleonora Usai, Gioele Mistretta, Elisa Puddu, Noemi Salis, Annalisa Urrai – seguiti dalla docente Elisa Zidda.

L’attrice, una delle “Bond girl”, ha parlato della propria esperienza di vita che l’ha portata a girare importanti film, anche se il suo desiderio era quello di diventare una pediatra, ma per due volte non era riuscita ad entrare a Medicina. Poi la partecipazione a Miss Italia, dove si classificò quinta. Alla domanda su come sia cambiato il concetto di bellezza, Caterina Murino ha detto che «Intelligenza è accettarci come siamo. Più siamo diversi e più dobbiamo mettere in risalto la nostra diversità. E dico no alla chirurgia estetica». Nello stesso convegno altre testimonianze importanti sono giunte dai tortoliesi Pierpaolo Virdis e Luca Usai della Magma Events, creatori e organizzatori del famoso“ Red Valley Festival”; dall’arzanese Marco Bittuleri di Biohouse; da Stefania Tangianu di Lotzorai, che ha creato l’azienda “Olivina”; dal lanuseino Diego Micheli, doppiatore, in videocollegamento da Milano.

In Primo Piano
Incidente

Scontro fra un’auto e un furgone all’ingresso di Sant’Antioco: muore un 50enne di Carbonia, grave l’altro conducente

Le nostre iniziative