La Nuova Sardegna

Turismo

Boom di stranieri in Gallura: in arrivo la carica dei 16 mila

di Giandomenico Mele
Boom di stranieri in Gallura: in arrivo la carica dei 16 mila

All’aeroporto Costa Smeralda di Olbia un totale di 240 movimenti

08 aprile 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Olbia Il fine settimana di Pasqua segna il primo vero test per il turismo della Gallura e per l’aeroporto Costa Smeralda di Olbia. Il primo segnale tangibile è il ritorno al traffico aereo internazionale. Olbia, grazie ai flussi del suo scalo aeroportuale, è stata inserita nella speciale classifica stilata dall’Enit, l’Ente nazionale per il turismo, tra le principali destinazioni italiane per numero di visitatori stranieri. La classifica è stata stilata sulla base delle prenotazioni internazionali per Pasqua in Italia, nella settimana dal 9 al 15 aprile, confrontata con quella dal 17 al 23 aprile del 2022, quando la festività cadeva più avanti nel mese. Olbia si colloca al tredicesimo posto in Italia per prenotazioni di turisti stranieri, dopo big come Roma, Milano, Venezia, Firenze e Napoli. Numeri generati dai voli aerei, dal momento che secondo i dati della Geasar, la società di gestione dello scalo gallurese, nell’aeroporto di Olbia si stima un traffico di circa 31.000 passeggeri per il fine settimana pasquale. Di questi la percentuale di stranieri è di circa il 42%, per poco meno di 16 mila passeggeri in transito dal Costa Smeralda e per un totale di 240 movimenti ed un network di 26 collegamenti da/per 6 Paesi.

Secondo i dati forniti da Enit, saranno almeno sette le notti dei visitatori stranieri che giungono in Italia per la settimana della Pasqua. Le prenotazioni aeree internazionali verso l’Italia sono a quota 141 mila dal 9 al 15 aprile 2023, con un aumento del 29% sul periodo analogo del 2022 (dal 17 al 23 aprile). Sul podio delle città preferite oltre la Capitale e Milano ci sono Venezia, Napoli, Firenze e Bologna. Si sceglie il viaggio in economy a cui è riconducibile l’84% del volume totale e di prenotare direttamente presso la compagnia aerea (54,7% del totale).

Il “Costa Smeralda” di Olbia sarà collegato in Italia grazie a Volotea (Bologna, Roma Fiumicino, Torino, Venezia e Verona), Aeroitalia (Roma Fiumicino e Milano Linate) ed easyJet (Bergamo, Milano Malpensa, Napoli e Venezia). Mentre per quanto riguarda i mercati esteri, Olbia sarà collegata con Olanda (Amsterdam operato da easyJet e Transavia), Svizzera (Basilea, Ginevra con easyJet e Zurigo con Edelweiss), Germania (Berlino con easyJet, Dusseldorf e Stoccarda con Eurowings, Francoforte e Monaco con Lufthansa), Francia (Lione con Volotea, Nizza e Parigi Orly con easyJet), Inghilterra (Bristol e Londra Gatwick con easyJet).
 

In Primo Piano
Incidente

Scontro fra un’auto e un furgone all’ingresso di Sant’Antioco: muore un 50enne di Carbonia, grave l’altro conducente

Le nostre iniziative