La Nuova Sardegna

Crisi industriali

Sbloccati 9 milioni per gli operai di Porto Torres e Portovesme

Sbloccati 9 milioni per gli operai di Porto Torres e Portovesme

L’assessora Lai: «Nuove risorse per i lavoratori in mobilità nelle aree di crisi»

17 maggio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Via libera all’avviso per la riapertura annuale delle istanze per il “trattamento di mobilità in deroga nelle aree di crisi industriali complessa. Annualità 2023”. Una operazione che in Sardegna riguarda lavoratori delle zone di Porto Torres e Portovesme e che in questi giorni hanno seguito con apprensione l’evoluzione della vicenda.

La comunicazione è arrivata ieri dall’assessora del Lavoro Ada Lai, che ha espresso soddisfazione per un provvedimento tanto atteso a sostegno del reddito dei lavoratori. Il decreto ministeriale era stato pubblicato solo di recente - nella prima settimana di aprile - appunto per l’assegnazione delle risorse alle regioni. Uno stanziamento complessivo di 70 milioni di euro con la parte spettante alla Sardegna stabilita in poco più di 9 milioni di euro (terzo valore dopo Lazio e Campania che hanno avuto rispettivamente 19milioni e 10 milioni di euro).

«Ringraziamo la ministra Marina Calderone – ha affermato Lai – che è riuscita a sbloccare i fondi per un intervento importante, rivolto alle lavoratrici e ai lavoratori in mobilità delle aree di crisi industriale riconosciute come complesse dal Ministero dello Sviluppo Economico, per i poli industriali di Portovesme e Porto Torres. Si tratta - spiega l’assessora del Lavoro - di territori particolarmente colpiti dalla recessione con perdite occupazionali di rilevanza nazionale con un impatto significativo sulla politica industriale, problematiche che non si possono risanare con risorse e strumenti di sola competenza regionale. Territori con forti criticità economiche con un alto indice di fragilità e vulnerabilità sociale».

L’assessora Lai ha confermato che la dotazione finanziaria dell’Avviso è di oltre 9 milioni di euro per il riconoscimento e la copertura dei trattamenti di cassa integrazione e mobilità in deroga per il 2023.

Un sospiro di sollievo per i lavoratori che - anche tramite delega ai sindacati - potranno presentare le richieste di prima concessione e proroga per il trattamento di mobilità in deroga per l’annualità 2023, a partire dalle 10 del 22 maggio 2023 ed entro e non oltre le 23,59 del 12 giugno 2023. Le istanze potranno essere inviate esclusivamente attraverso i servizi on line del Sil Sardegna, mediante il portale www.sardegnalavoro.it. (mla). Il link all’avviso https://www.sardegnalavoro.it/sil_notizie/al-via-dal-22-maggio-la-presentazione-delle-istanze-di-prima-concessione-e-proroga-di-mobilita-in-deroga/. (g.baz.)



In Primo Piano
Tribunale

Uccise i suoceri a Porto Torres, il pm chiede l’ergastolo per Fulvio Baule: «Ha agito con crudeltà»

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative