La Nuova Sardegna

Cagliari

Inchiesta Monte Nuovo: l’ex assessora Gabriella Murgia ai domiciliari, il medico Tomaso Cocco resta in carcere

di Andrea Massidda
Inchiesta Monte Nuovo: l’ex assessora Gabriella Murgia ai domiciliari, il medico Tomaso Cocco resta in carcere

E' la decisione presa stamattina 19 ottobre dal Tribunale del Riesame in merito ai ricorsi presentati da alcuni dei principali indagati

19 ottobre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Modificata la misura di custodia cautelare per l'ex assessora all'Agricoltura Gabriella Murgia, che - difesa dagli avvocati Enrico Meloni e Carlo Figus – già da subito lascerà il carcere di Uta per trascorrere agli arresti domiciliari il prosieguo del procedimento. Mentre per il primario Tomaso Cocco, difeso dalle avvocate Rosaria Manconi ed Herica Dessì, si conferma il provvedimento adottato a settembre dal gip Michele Contini: in pratica resterà carcere, sempre a Uta.

E' la decisione presa stamattina 19 ottobre dal Tribunale del Riesame di Cagliari in merito ai ricorsi presentati da alcuni dei principali indagati dell'inchiesta Monte Nuovo, sull'intreccio illecito tra criminalità organizzata, colletti bianchi e politica. La stessa che poco meno di un mese fa, con un’operazione dei carabinieri del Ros, aveva fatto stringere le manette ai polsi  a ben 31 persone, alcune delle quali – per esempio proprio Murgia e Cocco  – accusate dalla Dda di Cagliari del reato di associazione di stampo mafioso.

Tornando all’esito del Riesame, se per adesso si conosce il dispositivo, rimangono ancora ignote le motivazioni del Tribunale, che si è dato il termine di 45 giorni di tempo per depositarle.

In Primo Piano
Corpo forestale

Incendi, giornata di fuoco: 10 roghi da nord a sud

Le nostre iniziative